lunedì 20 novembre 2017

[Recensione] Azul

scritto da Fabio (Pinco11)

L'azulejo è un tipico ornamento della architettura portoghese (di influenza araba) e consiste nella decorazione di muri con piastrelle di ceramica smaltata, utilizzando spesso motivi di stampo geometrico e/o di vari colori.
Azul, di Michae Kiesling, edito da Plan B Games, riprende questo concetto di fondo, proponendo un gioco astratto per 2-4 persone, di età dagli 8 anni in su, indipendente dalla lingua (ovvero senza che i componenti rechino scritte, a parte il manuale), incentrato sul piazzamento tessere, collezione di set e costruzione di schemi.
Il titolo è stato uno dei protagonisti della recente fiera di Essen, dove è stato venduto in un ballino di copie ed è stato uno dei più richiesti dagli amici non viaggiatori nelle nostre prime tavolate ed il tempo medio a partita, di poco superiore alla mezz'ora anche nelle prime esperienza (salvo pensatori molto accaniti) lo ha reso presenza fissa come riempitivo, consentendomi di proporvi una recensione già a breve distanza dalla sua uscita.

domenica 19 novembre 2017

[I filler] La banda dei pinguini

scritto da Bernapapà

Il nuovo editore italiano Mancalamaro, che ha fatto la sua prima comparsa rilevante nella recente fiera di Lucca, ci propone questo filler, La banda dei pinguini, ideato da un autore bravo, noto e molto navigato, tal Bruno Cathala, qui in collaborazione con Matthiew Lanvin, che ci farà giocare per una ventina di minuti, da 2 a 5 giocatori, con un mazzo di carte che riportano dei simpaticissimi pinguini, che strizzano l'occhio, in maniera abbastanza evidente, ai famosi Pinguini di Madagascar... carini e coccolosi!.

Gioco destinato al grande pubblico, che si basa su una meccanica abbastanza nota: collezionare le carte di un certo tipo, considerando che potrò fare punti solo ne avrò la maggioranza. Attenzione, però: la maggioranza la dovrò costruire giocando carte che non potranno essere utilizzate per il punteggio!
Questo il gioco in due parole, che già dalla seconda partita viene completamente assimilato: gioco di astuzia, con il tocco dell'imprevedibilità dei giochi di carte, ma che garantisce comunque la possibilità di applicare semplici tattiche vincenti, cercando di indovinare anche cosa farà l'avversario.
Leggero, ma decisamente divertente.

sabato 18 novembre 2017

Recensioni Minute - Una storia di Pirati

scritto da TeOoh!

Diciamo che probabilmente sapevate già tutti che avrei messo le mani su questo titolo. Se ne è fatto un gran parlare prima di Essen e, viste le dinamiche belle frenetiche, non poteva passare fuori dal mio radar.
Che poi non sono così frenetiche come sembra, 'ste dinamiche, perchè... no, ferma tutto.
Andiamo con ordine.
Il gioco in questione è "Una storia di Pirati", titolo di Asger Harding Granerud, Daniel Skjold Pedersen, Daniele Tascini per 2-4 giocatori, durata 30 minuti a missione (10 missioni nella scatola) edito dalla Cranio Creations.

venerdì 17 novembre 2017

[Prime impressioni] Michele Strogoff

scritto da Fabio (Pinco11)


Ho una memoria – lontana, ma ben presente – dello sceneggiato: fu trasmesso negli anni '70 dalla Rai (una coproduzione internazionale), che riadattò il famoso romanzo di Jules Verne, Michele Strogoff. Per questa ragione l'uscita del gioco da tavolo omonimo mi ha subito ingolosito.
La storia, ambientata nella Russia degli Zar, racconta le numerose traversie e avventure di un corriere inviato da Mosca a Irkutsk, in Siberia, attraversando (a lungo) in incognito le molte regioni del paese, il tutto nel tentativo di avvisare il governatore siberiano della ribellione dei tartari e del tradimento di un alto ufficiale.
Il gioco, ideato da Alberto Corral (già noto per Castaways) e illustrato dal talentuoso Pedro Soto (HolmesSherlock and Mycroft, Topoum, Guilds of London) è un titolo per 1-5 giocatori edito da Devir, che ne propone la versione italiana, nel quale i partecipanti emuleranno le gesta del protagonista, impersonando altrettanti corrieri imperiali, impegnati (correndo in competizione tra loro) nel cercare di precedere il traditore Ivan Ogareff in Siberia.
Il titolo ha un target ampio, risultando incentrato su di un set di regole piuttosto lineari.

[nonsolograndi] Booo!

scritto da Fabio (Pinco11)

Siete stati invitati a partecipare alla competizione per vincere il Mastro Fantasma, che premia l'ectoplasma che riesce a spaventare il maggior numero di ospiti, all'interno del Blackrock Castle, il tutto sfruttando l'approfondita conoscenza del labirintico antico maniero.
Questa l'ambientazione di fondo prescelta per Booo!, di Christophe Gonthier, edito da Blackrock, per 2-6 giocatori, età 7+, indipendente dalla lingua (salvo il manuale, che trovate qui), tempo a partita intorno ai venti minuti.
Di che si tratta? È un gioco a tabellone modulare che stimola il colpo d'occhio e la capacità di trovare rapidamente uscite da labirinti, indirizzato a un pubblico ampio, strizzando l'occhio, in particolare, quello familiare.

giovedì 16 novembre 2017

[La vedetta di KS] XLIII puntata

scritto da Sayuiv (Yuri) 

No, tranquilli! Non c'è una nuova campagna di Gloomhaven. Volevo solo "festeggiare" l'arrivo della seconda edizione nelle varie case, tra cui la mia ^^.
DIFATTI A CAUSA DI IMPREVEDIBILI IMPREVISTI LA PUNTATA DI OGGI È ANNULLATA!!! 
l'arrivo di Gloomhaven è solo una coincidenza...
.
.
.
.
.
Ma no, dai, scherzo!!! Ma aspetta, oggi non è primo aprile, Carnevale è lontano, Halloween è gia passato, ma Yuri che C***O di scherzi fai? 
Senza farvi perdere altro tempo ecco la puntata di oggi!!!
  • Root
  • Badlands
  • Chronicles of Frost
  • Speakeasy Blues
  • Perdition's Mouth
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge

mercoledì 15 novembre 2017

[Prova su strada] La tarma imbrogliona

scritto da F/\B!O P.

È da quando ho letto questo post di Simarillon che mi sono segnato il titolo di oggi come "da provare", perché con la sola lettura non riuscivo a capire se un gioco in cui è legale barare potesse fare per me. Quando la Devir (che ringrazio) si è resa disponibile per l'invio di una copia di review, in occasione dell'edizione italiana, mi è sembrata l'occasione perfetta per una prova sul tavolo e poi un'altra e un'altra e sarei ancora lì a giocare ^_^
Parliamo di un gioco di carte per 3-5 persone di età 7+ della durata di 15-25 minuti. Ne sono autori, nel 2011, Emely e Lukas Brand. Nei due anni successivi ha raccolto diversi premi e nomination. È molto divertente!
Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

martedì 14 novembre 2017

[Recensione] Pyramid of the Sun

scritto da Chrys

Da Essen son tornato con una manciata di scatolone e parecchi giochini decisamente tascabili: tra questi c'era anche Pyramid of the Sun (2-5 giocatori, 20 minuti) ideato da Fréderic Moyersoen ed edito da Strawberry Studio (etichetta della NSKN specializzata in minigiochi) che lo scorso Essen produsse What's Up e 3 Wishes (di cui feci la recensione).

In questo caso da due a quattro architetti si impegneranno nella creazione di una piramide azteca cercando di ottenerne il massimo prestigio.

Premetto da subito che questa volta il risultato finale è di quelli che attira davvero l'attenzione sul tavolo, dove comparirà una grossa piramide di 10 piani

NELLA SCATOLA
Il formato è sempre lo stesso degli altri titoli Strawberry e cioè una scatolina standard di 15x10cm contenente 5 token di legno e 107 carte di piccolo formato (mini-euro) che rappresentano tutti gli elementi del gioco: segnapunti, carta giocatore e 88 carte costruzione (pezzi di piramide). Il regolamento è in inglese.

lunedì 13 novembre 2017

[Prime impressioni] Photosynthesis

scritto da Fabio (Pinco11)

Una delle note caratterizzanti della produzione di quest'anno è la estrema cura riservata alla qualità dei componenti (vedi Dragon Castle ed Azul, per fare due esempi) e il titolo del quale ci occupiamo oggi, ovvero Photosynthesis, di Hjalmar Hach, edito da Blue Orange e distribuito in Italia da Oliphante, si inserisce sicuramente in questo solco, proponendo tra i materiali quattro bei set di alberi in cartone tridimensionali.
Le meccaniche di gioco, come vedremo, sono facili (è un 10+ di età), tanto che la spiegazione sta in quattro pagine, ma la difficoltà starà nel padroneggiare le interessanti meccaniche che rendono questo titolo qualcosa di assai interessante e uno dei giochi in prima fila nel panorama ludico di questa stagione.

domenica 12 novembre 2017

Il Padrino: L'impero dei Corleone [Prime Impressioni]

Scritto da Sergio

Ebbe che dire? Gia' dalla scatola questo gioco ti attira in maniera irresistibile. Quando l'ho portato a casa insieme agli altri titoli di Essen e di Lucca è stato lui la "primadonna". Tra familiari ed amici che hanno esaminato il bottino e' lui che ha attirato le attenzioni su di se', è su di lui che sono state fatte osservazioni e domande e che è stato oggetto di meraviglia per la bellissima scatola.
Ed in effetti posso anticiparvi che mai gioco ebbe una realizzazione così vicina alla fonte che l'ha ispirato sia come realizzazione grafica sia come gameplay
Ne "il Padrino" i giocatori, da 2 a 5, impersonano "Don" di Famiglie italiane (con tanto di nomi e cognomi previsti sul manuale)  che si contendono il dominio in una plumbea New York anni 40/50. Per farlo dovranno usare i mezzi illeciti tipici delle organizzazioni mafiose di allora (di allora?): riscossione del pizzo, acquisto di armi e merci illegali, corruzione: il tutto spartendosi le varie zone di influenza della citta' ed ovviamente con immancabili e sanguinose guerre  fra Famiglie che finiscono irrimediabilmente per riempire il fiume Hudson di cadaveri. Alla fine prevarrà chi è riuscito a mettere al sicuro piu' denaro tramite un attività di riciclaggio che lo faccia scomparire agli investigatori


[I filler] Kriptos

scritto da Bernapapà

Oggi veniamo catapultati in piena guerra fredda, dove il ruolo delle spie ha avuto una importanza di rilievo per decidere l'esito dei conflitti, soprattutto di quelli non cruenti.
La decriptazione dei messaggi ha rappresentato, dalla seconda guerra mondiale in poi, un argomento di primaria importanza per conoscere in anticipo i piani del nemico e poter prendere le contromisure in tempo. Benché l'argomento sia di  estrema complessità, il nuovo gioco proposto dalla Cranio Creations, Kriptos,  edizione italiana di un gioco uscito in sordina nel 2014, risulta invece accessibile a tutti.
L'autore, Piotr Silka, ci propone questo filler, da 3 a 6 giocatori, della durata di una quindicina di minuti, dove saremo chiamati a scoprire i codici (carte) posseduti dagli avversari, sulla base di alcuni indizi che si verranno a scoprire durante il gioco. Gioco deduttivo, quindi, molto semplice (8+), ma abbastanza intrigante per gli amanti del genere.

sabato 11 novembre 2017

Recensioni Minute - I titoli provati e gli acquisti a Essen Spiel 2017

scritto da TeOoh!

Questo che sembra il titolo di 1 filmato riassuntivo, in verità nasconde una trilogia di sotto filmati.
Quest'anno davvero mi son portato a casa una mole incredibile di materiale e ho voluto presentarlo come si deve. Sia per chiarezza nei confronti di chi guarderà, sia per poterci mettere la giusta attenzione nel montaggio e nelle considerazioni.

Ecco quindi che ho spaccato in 2 i filmati dei titoli provati, così da alleggerire il carico, e ho girato un filmato apposito per "Acquisti, non acquisti e commento finale".