lunedì 25 settembre 2017

Essen e dintorni - la sesta puntata

scritto da Fabio (Pinco11)

Scorrendo la chilometrica lista delle novità il trend attuale sta diventando quello di trovare l'ago nel pagliaio, ovvero sto selezionando come un matto.
Siccome quest'anno, più di altri, gli editori paiono essersi allineati nel far uscire in massa le notizie sui propri titoli solo a partire da settembre, eccoci all'ingorgo, con decine di titoli che compaiono nelle liste preEssen ogni giorno.
A questo ritmo come numero di uscite andremo vicino ai record di sempre, ma non è che le cose che spiccano siano poi così tante.
Oggi per voi ho selezionato l'atteso seguito di Orleans, ma anche tante altre cosette delle quale potreste non aver sentito parlare o quasi ... :)

domenica 24 settembre 2017

[podcast] I kickstarter della settimana 39/2017

Come di consueto, Federico Latini torna con un mini podcast relativo alle novità in crowdfunding della settimana corrente. Vi ricordiamo che questo podcast ha un feed indipendente che potete trovare su iTunes e molti altri aggregatori per la fruizione di podcast.

Ecco le note dell'episodio per segurie al meglio i nostri contenuti:
Ascolta "I kickstarter della settimana 39/2017" su Spreaker.

[Party Game] Gentleman's Deal

scritto da Bernapapà

La GaGa Games è una casa editrice che, oltre a distribuire nella lingua cirillica i giochi prodotti nel resto del mondo, sempre più spesso prova a fare conoscere la resto del mondo le opere di qualche autore russo.
E' il caos del gioco di cui parliamo oggi. Gentleman's Deal, di Yan Yegorov, uscito nel 2016, e dedicato ad un pubblico abbastanza numeroso (5 - 9), ma in grado di affrontarsi in un'atmosfera di bluff e  capacità di persuasione, per circa una mezz'oretta di gioco.
Scopo del gioco è arricchirsi il più possibile, facendo affari e accordi con i personaggi più o meno loschi, distribuendo mazzette, in modo da non scontentare nessuno, ma lasciandosi il proprio margine di guadagno.
Gioco che strizza l'occhio al mondo del malaffare, che ahimè tanto ben conosciamo qui da noi, ma che evidentemente, in questo campo, tutto il mondo è paese...
Adatto a pubblico caciarone, con la voglia di mettersi in gioco e prendersi gioco degli altri.

sabato 23 settembre 2017

Recensioni Minute - Cuckooo!

scritto da TeOoh!

Mi imbattei in József ormai 3 anni orsono. Abbiamo trovato subito una certa sintonia: a lui piaceva la mia energia nei filmati, nonostante non capisse nulla di italiano, e a me piaceva il suo modo di prendere qualcosa di noto, cambiare una piccola regola o aggiungere un twist per tirare fuori qualcosa di accattivante per la mente. Da quel momento, capita di sentirci per aggiornarci sui rispettivi progetti e Cuckooo! è proprio uno di essi.
Gioco per 3-5 giocatori, durata 25 minuti a partita, edito dalla Mind Fitness Games, autore József Dorsonczky.
Questa volta, ha preso di mira uno dei capisaldi al casinò.

venerdì 22 settembre 2017

Recensioni Minute - Premio gioco dell'anno 2017

scritto da TeOoh!

Partiamo subito con il dire che "Gioco dell'anno" non significa necessariamente "Gioco che a te è piaciuto di più in assoluto o che rappresenta al meglio lo stato dell'arte del gioco da tavolo all'interno dell'anno", ma esso è un premio assegnato secondo dei criteri di candidatura molto precisi, che vi invito a leggere qua.

A valle di tali criteri di candidatura, ci sono dei criteri di giudizio che vanno a scremare la rosa dei candidati. Tramite essi, proverò a giocare al Giurato come per gli anni passati, tentando di indovinare il vincitore dell'edizione 2017.
Ai fini della completezza, vi segnalo chi sono i miei Colleghi (nel caso fossi un giurato davvero, chiaro! ahahah): Presidente Paolo Cupola, Beatrice Parisi (vicepresidente), Fabrizio Paoli (coordinatore), Luca Bonora, Riccardo Busetto, Massimiliano Calimera, Fabio Cambiaghi, Alessio Lana e Caterina Ligabue.

[nonsolograndi] Fantascatti - Cinque minuti a mezzanotte

scritto da
Simarillon (Davide)

Un po’ di tempo fa avevo scritto una recensione su Fantascatti (nelle versioni 1+2), oggi invece vi voglio parlare dell’ultimo fratello, anche se lo possiamo considerare il fratello più grande (ma che bell’ossimoro); nel particolare si parla di Fantascatti cinque minuti a mezzanotte, gioco Zoch distribuito in Italia da Giochi Uniti giocabile a partire dagli otto anni. Il gioco, creato da Jacques Zeimet e illustrato da Gabriela Silveira, regalerà 20-30 divertenti minuti a un gruppo di minimo due giocatori e massimo otto.

Ed ora la tematizzazione del gioco, che lo rende ancora più simpatico: Baldovino è agitato! È finalmente riuscito ad avere un appuntamento con Priscilla, la fantasmina della stanza da bagno. Come vestirsi? Che profumo mettere? Il cappello gli dà un certo stile, la boccetta di profumo è a portata di mano, e si è persino ricordato di prendere la chiave. Dannazione, Civetta e Pipistrello, quei due dispettosi nottambuli, stanno facendo una gran confusione. Nonostante la fretta bisogna mantenere la calma! Forse la torcia aiuterà a vedere meglio, una rapida occhiata all’orologio: “cinque minuti a mezzanotte”. Questo il pretesto di gioco, se volete scoprire come si fa ad aiutare Baldovino continuate a leggere.

giovedì 21 settembre 2017

[La vedetta di KS] XXXV puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

Apriamo questa puntata con la novità che Kickstarter ha aperto le frontiere per i progetti dal Giappone!!! Giappofinofili (o come cavolo si scrive) esultate con me!!! Prepariamoci nei prossimi mesi a quello che spero essere una ventata di giochi dal Sol Levante (ah, quindi Sollevantfinofili?), popolo che sicuramente non manca di originalità, e magari alla possibilità di portare qui da noi in tempi più brevi qualcuno dei loro successi (Oink Games ti tengo d'occhio e ti aspetto!), ma per oggi vi lascio a:
  • The Island of El Dorado
  • Horizons
  • Emergence: Dark Ops
  • Stephenson's Rocket
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge

mercoledì 20 settembre 2017

[Recensione] Ali Babà

scritto da Fabio (Pinco11)

A volte trovi dei giochi che ti stupiscono. Un po' come qualche film che andavi una volta a vedere al cinema d'estate (quando più della metà dei cinema erano chiusi e davano solo cose che erano 'avanzate' dell'annata passata) entrando senza saperne nulla e quindi con aspettative zero e uscendo contento.
Con Ali Babà, di Martino Chiacchiera e Remo Conzadori, edito dalla White Goblin Games (per 2-4 giocatori, età 8+, indipendente dalla lingua) è accaduto proprio così, anche perché praticamente il gioco mi è arrivato prima che ne fosse pubblicizzata l'uscita.
Di che si tratta?
Filler per famiglie, a base di collezione set, facile e veloce, nonché, soprattutto, divertente :)

[Crowdfunding] War Titans: Invaders Must Die!... Kickstarter 2.0

scritto da Simone M.

"Per combattere i mostri abbiamo creato dei mostri a nostra volta."
Pacific Rim (2013)


Ci siamo, War Titans è tornato su piattaforma KS dopo un lungo periodo di incubazione in cui i ragazzi dell'italianissima Crawling Chaos Games si sono messi di buzzo buono per ridefinire l’intero progetto.
Il 12 settembre 2017 è partita la nuova campagna che potete seguire e sostenere grazie a questo link.
Non parliamo di profondi cambiamenti nelle meccaniche o nelle dinamiche di gioco che sono rimasti praticamente gli stessi, se non forse con qualche limatura fatta al regolamento originale, bensì di una migliore presentazione al pubblico della campagna, una migliore definizione dei vari stretch goal, ma soprattutto una meticolosa ricerca dei materiali e dell’estetica generale del gioco.
Una delle novità è l’ingresso nel progetto di Fabio Bottoni, della Minig4m3s Studio, che ha messo la sua esperienza nel campo dell’editoria ludica al servizio di un gruppo di autori esordienti, ma molto ben assortito e soprattutto agguerrito. Nel precedente articolo avevamo infatti conosciuto e intervistato uno dei ragazzi della CCG, ovvero Emilio Fabbri.
Ci siamo occupati del titolo in più occasioni che sono culminate con la prova su strada del prototipo alla scorsa Play di Modena (qui).
Facciamo un riepilogo veloce del progetto.

martedì 19 settembre 2017

[Recensione] 13 Minutes: The Cuban Missile Crisis, 1962

scritto da Chrys

Ultimamente (da un annetto) sono preso davvero bene per i microgiochi, tant'è che ho iniziato ad acquistare o provare tutti i microgiochi su cui mettevo le mani e quasi la metà dei miei ultimi prototipi rientrano in questa categoria... dovreste anche trovarne uno sugli scaffale a breve. ;)

Il gioco di oggi si chiama "13 Minutes: The Cuban Missile Crisis, 1962" (2 giocatori, ~13 minuti) ed è stato ideato da Daniel Skjold Pedersen e Asger Harding Granerud. Come potrete immaginare rientra a pieno titolo nella categoria dei microgiochi; aggiungiamo anche che per molti versi, inclusi alcuni elementi della meccanica, riprende Twilight Struggle... ho attirato la vostra attenzione?
Se la risposta è sì, preparatevi a lanciarvi nel pieno della crisi di Cuba. :D

Giocando come Kennedy o Krusciov, il tuo obiettivo è di uscire dalla crisi cubana del '62 come la superpotenza più forte e con maggior controllo dell'avversario sui vari scenari militari e politici... ma dovrete fare attenzione anche a non scatenare un conflitto nucleare, pena la sconfitta!

lunedì 18 settembre 2017

[Essen 2017] La quinta puntata

scritto da Fabio (Pinco11)

Proseguono i nostri viaggi virtuali in giro per il mondo editoriale, con l'avvicinarsi della data della fiera.
Come al solito cerco di alternare le mie scelte tra diversi generi, così da fornire opzioni valide un poco per tutti i palati.
Stavolta parliamo di piazzamento tessere, di giochi di abilità manuale, di revival di vecchie glorie e non solo ... :)
Non vi resta che cliccare sul leggi di più per sapere di che vi parlerò ... :)

domenica 17 settembre 2017

[Recensione] Rhein River Trade

scritto da Bernapapà

Eccomi oggi a parlarvi di un italianissimo gioco, sia nell'editore che negli autori, l'oramai affermata coppia Niccolini-Canetta.
Il gioco di cui parliamo è Rhein River Trade, uscito lo scorso anno per la Giochi Uniti, che prevede di proiettarci nello smistamento di merci lungo il Reno, utilizzando i mezzi di trasporto più opportuni: furgone, nave, treno o aereo. 
Un gioco non proprio per principianti (12+), che occuperà da 2 a 5 giocatori, per un tempo che varia molto dal numero di giocatori (da un'oretta a due ore piene). Il gioco si basa essenzialmente su meccaniche di delivery, dove saremo chiamati, come ditte di trasporto merci, a utilizzare i mezzi più opportuni per consegnare le merci sulle città lungo il Reno, ponderando bene il bilancio fra costi e guadagni nell'evadere gli ordini acquisiti nel tempo richiesto.
Gioco un pochino pastoso, non complesso, ma un po' lento, considerando le varie fasi che è necessario svolgere in ogni turno, ma che può regalare ottime sensazioni agli amanti del genere.

[Astratti] Element

scritto da Valerio

Oggi parlerò di un gioco recente uscito nel 2017 (perché di bei giochi astratti ne escono tutti gli anni) che mi ha catturato per il suo fascino nonché per il suo utilizzo coerente e intelligente degli elementi fuoco, acqua, terra e vento nonostante il tema ormai abusato. Parliamo di Element di Mike Richie edito dalla Rather Dashing Games che attualmente ha un voto intorno all’8 su BGG.

L’obiettivo del gioco è quello di impedire il movimento al Saggio avversario, piazzando strategicamente le Pietre Elementali e sfruttando le proprietà uniche di ogni elemento per circondarlo.

[podcast] Ma come giochi?!?

Quel vecchio scaffale pieno di giochi da tavolo degli anni '80 ti sembra ormai strano? Eh, forse un motivo c'è e Il Dado incantato è qui per aiutarti a rinnovare la tua collezione!

Quasi come Miccio e Carlà di Real Time, questa settimana Paolo e Federico prendono un vecchio armadio pieno di titoli datati e vi consigliano come rinnovarlo con giochi più moderni e godibili. Siete pronti a questa rivoluzione?

Abbiamo parlato in particolare di: Taboo, Pictionary, Trivial Pursuit, Jenga, Scrabble, Monopoli, Risiko, Cluedo e Domino.
Venite a scoprire con cosa li abbiamo sostituiti nella nuova puntata de Il Dado Incantato podcast.

sabato 16 settembre 2017

Recensioni Minute - GiocAosta e Agosto 2017

scritto da TeOoh!

Agosto è finalmente finito; con un "finalmente" aggiunto recensivamente parlando. Per poter infatti andare in ferie tranquillo e sereno, mi trovo sempre a dover condensare tutti i video che dovrò sbloccare nei sabati seguenti nella prima 15ina di giorni. Quest'anno erano ben 3+1 (quello della settimana in corso) i video imputati e, vi assicuro, che non è affatto una passeggiata girarli e montarli tutti in così poco tempo.
Poi arriva un altro tipo di ansia: "Ma si sbloccheranno? Non è che ho programmato male le date? E se avessi caricato il file sbagliato?". Di solito sono via, quindi, a meno di scroccare wi-fi da qualche parte, lascio in un angolino la voce nella testa e bom. 
Quest'anno invece hanno attivato il roaming estero gratis. Ciao. Ho pure girato, montato e caricato un filmato bonus (Busta giochi vacanze) coi giga rimasti!