giovedì 31 luglio 2014

Recensione: A castle for all seasons


scritta da Bernapapà


Ci sono giochi che, vuoi il titolo, vuoi la grafica della scatola, rimangono per anni nella wishlist, e poi, finalmente, si riesce a provarli. E', per me, il caso di A Castle for all Seasons, gioco apparso nel 2008, edito dalla Eggert Spiele, ad opera della coppia Inka e Marcus Brand, divenuti poi famosissimi per il loro capolavoro Village. Nel 2010 è uscita, a cura della Stupor Mundi, la versione italiana intitolata Il Castello. Il gioco è un gestionale per 2-4 giocatori, con la possibilità di essere giocato nel lato estate e nel lato inverno: solo quest'ultimo prevede l'utilizzo di alcune carte con poco testo in inglese, ma per il resto il gioco è completamente indipendente dalla lingua. Si tratta di una miscela di meccaniche già note: utilizzo di carte per compiere le azioni, piazzamento lavoratori e gestione risorse. Il bello del gioco è che scorre via molto fluido, in circa un'oretta, per un pubblico decisamente ampio (10+). Niente di nuovo (ma sarà stato nuovo allora?), ma ben confezionato.

mercoledì 30 luglio 2014

Anteprima - Adventures Bazar, Soqquadro, Valentina

Scritto da Chrys.

Due sabati fa ho avuto la possibilità di provare assieme ad alcune mie amiche i prossimi 3 giochi che usciranno con marchio Cranio Creation... si tratta tutti di giochi in uscita a breve (probabilmente per Essen) e non posso quindi esimermi dal darvi le mie impressioni.

I tre titoli provati sono appunto Adventures Bazar, Soqquadro e Valentina... si tratta di giochi appartenenti a tre generi molto diversi; il primo è un gioco "per gamer" pur non essendo un cinghiale (per rubare il termine a Fabio), il secondo è un party game ed il terzo è un gioco "per tutti".

martedì 29 luglio 2014

[Recensione] Dark Darker Darkest

scritto da Agzaroth

Distilla l'essenza di Mansions of Madness, centrifugalo con Zombicide e aggiungi una spruzzata di Arkham Horror e otterrai Dark Darker Darkest.

DDD è un collaborativo puro per 1-5 giocatori, ideato e illustrato da David Ausloos, autore australiano, lo stesso di Panic Station. Si basa su un tabellone modulare, tiri di dado, pesca carte, collezione set, poteri variabili.

MATERIALI, SETUP e MECCANICA PRINCIPALE
La grafica di Auloos è cupa e sporca, decisamente particolare, adatta a un gioco horror e alle sue atmosfere inquietanti. Rispetto al fumettoso Zombicide, questa è decisamente più azzeccata. C'è un gioco di luci e ombre, colori sfumati e dettagli che conferisce al tutto una sensazione malsana e pericolosa.

lunedì 28 luglio 2014

Recensione: Madame Ching

scritto da Fabio (Pinco11)


Bruno Cathala è un autore francese piuttosto prolifico (escono annualmente 6-7 titoli, tra prime edizioni ed espansioni da lui firmati), noto, tra gli altri, per Cyclades, Shadow over Camelot, Cleopatra e Mr Jack ed è anche l'autore dell'ultima uscita proposta dalla svizzera Hurrican (distribuito in Italia, con regole in multilingua,tra cui l'italiano, dalla Oliphante), editrice nata solo nel 2006, ma recentemente in grande espansione ed in crescente notorietà, soprattutto dopo aver proposto lo scorso anno Augustus del nostro Paolo Mori.
L'editore prova con Madame Ching a ripetere i fasti del titolo ispirato alla romanità, spostandosi stavolta molto lontano nel globo, visto che ora ci troviamo nei mari dell'estremo oriente, precisamente nei mari della Cina, dove agli inizi del XIX secolo saremo chiamati a capitanare le navi della pirata Ching Shih, ambendo a divenire capitani della mitica China Pearl ed a depredare la ricca città di Hong Kong.
Il titolo è di quelli adatti per un pubblico più che ampio, ovvero quasi per tutti (da otto anni in su, partite dai 30 ai 45 minuti, per 2-4 giocatori), con meccaniche di collezione set, svolte grazie all'uso di numerose carte.

domenica 27 luglio 2014

[Vetust Games] Donkey Kong – dal pixel alla scatola

scritto da MagoCharlie

Piccolo balzo temporale a più di trent’anni fa: siamo agli inizi degli anni 80, siamo in piena “console wars” tra Atari, Coleco e Intellivision. Il punto di vendita maggiore per i videogiochi e le console da casa. Ogni titolo è buono per rubare pubblico all’altra console. Vengono così creati nuovi personaggi per Atari 2600 e nuove riconversioni da videogiochi arcade (Pacman, Centipede e Defender in primis..). Alcuni brand ritornano di moda ed altri vengono creati. 

Tutto fila liscio, fino al Natale 1982 con l’uscita di “E.T. L’extraterrestre” per Atari…da quella data niente fu come prima, e il primo periodo d’oro per i videogiochi si interrempe ed inizia un pericoloso declino che durò fino al 1986 anno di uscita del Nintendo (NES) che risollevò il mercato videoludico.

…ma questa è un’altra storia…

sabato 26 luglio 2014

Recensioni Minute - Unboxing Alhambra Family Box

scritto da TeOoh!

Bom, ormai la mania è partita. Non appena un gioco con una carrettata di materiali varca la soglia di casa di uno dei ludici qua attorno, mi arriva istantaneo un messaggio del tipo "Ti va di fare l'unboxing di X?"
Che poi sia io a fiondarmi da loro, tentando di raggiungerli prima che i litri di salivazione da apertura gioco salgano a livelli veriginosi, o che loro vengano da me è una pura formalità.

Stavolta quindi, il buon Fede (ahahaha, buono!), mi ha incurvato il tavolo con un Alhambra Family Box fresco di spedizione!

Recensioni (per persone) Minute - The kids of Carcassonne

scritto da TeOoh!

E' passato un bel po' di tempo dall'ultima RPPM, ma c'è stato una specie di turbinio di titoli che si sono avvicendato sul mio tavolo, tanto da far passare decisamente in secondo piano la rubrica. Mi sono quindi imposto un auto-freno e ho chiesto in prestito un titolo per tornare a parlare anche dei giochi per i più piccoli.
Vi racconto oggi del "figlio per partenogenesi" di Carcassonne, ovvero The Kids of Carcassonne, gioco per 2-4 giocatori di Marco Teubner, dai 4 anni in su.

venerdì 25 luglio 2014

[Recensione] Pina Pirata

scritto da Federico Latini

Quando un titolo ha un nome intrigante come Pina Pirata, un autore di tutto rispetto: tale Donald X. Vaccarino (Dominion, Kingdom Builder), delle immagini accattivanti di pirati animalizzati ed un prezzo ragionevole, non ci sono scuse bisogna procurarselo. E così girando un po negli store on line ne ho trovato uno in america e me lo sono fatto spedire.

giovedì 24 luglio 2014

Riscopriamoli: Don Quixote

scritto da Bernapapà


Era il lontano 2010, quando fra i titoli consigliati dallo Spiel De Jahres, compariva questo gioco Don Quixote, di Reihnard Staupe, autore molto prolifico, ma forse ricordato solo per il suo Havana, edito dalla Pegasus Spiele, da 1 a 4 giocatori, completamente indipendente dalla lingua. Le meccaniche proposte sono un semplice piazzamento tessere, una sorta di Carcassonne, dove però non sono obbligato a rispettare i vincoli paesaggistici (la consecutio delle strade): sono invece obbligato a mettere la tessera, che scelgo, esattamente dove mi viene indicato. Il titolo è decisamente dedicato ad un pubblico famigliare, per una durata molto contenuta, ed è di fatto un solitario di gruppo, in quanto non c'è alcun tipo di interazione fra i giocatori. L'elemento aleatorio è piuttosto importante, ma un minimo di strategia è comunque applicabile. Se vi va di seguirmi, vi spiego come si gioca.

mercoledì 23 luglio 2014

[Anteprima] Dead of Winter

Scritto da Agzaroth

La Plaid Hat Games è famosa principalmente per essere la casa editrice di Summoner Wars, ma anche per giochi con un forte impatto tematico, come Mice & Mystics, Bioshock, City of Remnants.
Con questo Dead of Winter, (1-5 giocatori, 45-210 minuti a seconda dello scenario scelto) a quanto pare il primo di alcuni giochi dedicati ai “sopravvissuti” di una qualche apocalisse, Colby Dauch (padrone della PHG e autore di Summoner Wars) conferma la vocazione tematica dei suoi titoli, sfornando un titolo ambientato e coinvolgente.

martedì 22 luglio 2014

[Report] Pandemia: il livello 10

scritto da Agzaroth

Ci sono giochi che ti osservano dallo scaffale. Sei lì che ti fai gli affari tuoi e d'improvviso quel formicolio alla nuca, sai che qualcuno ti sta osservando, ti giri e sono loro. Senza invadenza, discreti, ma costanti. Sembrano dirti, più con aria di sufficienza che irritazione: “E allora? Che vogliamo fare?”. Pochi Acri di Neve era uno di questi, quando ancora era alla prima edizione, col baco, e mi sfidava a risolverlo. Ve ne parlerò prossimamente.
Anche Pandemia lo è stato, fino a ieri.

lunedì 21 luglio 2014

[Punti di Vista] Quante partite fate ad un gioco prima di metterlo via ?

scritto da Fabio (Pinco11)

Uno dei parametri dei quali diamo conto normalmente nelle nostre recensioni è quello legato alla longevità del gioco, ovvero alla sua idoneità ad essere rimesso sul tavolo più volte senza annoiare, vuoi per il completamento di obiettivi, vuoi per l'aver scoperto nel frattempo le sue tattiche vincenti.
La realtà è però che più ne parlo con gli amici gamers, più vado a scoprire che il concetto di "durata" di un gioco è sempre più privo di valore ed il mercato, per altro, sembra essersene accorto.
Cosa voglio dire? Vediamo di parlarne un attimo insieme ...

domenica 20 luglio 2014

Anteprima - Dogs of War

scritto da Nero79

Lo so... mi ero detto che avrei lasciato perdere i giochi di Kickstarter e invece eccomi qui a parlarvi di un altro gioco a cui non ho saputo resistere e che vedrà la luce anche grazie ai mei soldi.
Il gioco in questione si chiama Dogs of War di un certo Paolo Mori... il nome mi dice qualcosa :-)

Dogs of War è un gioco per 3-5 giocatori pubblicato da Spaghetti Western Games e CoolMiniOrNot che da piattaforma riservata alla produzione di miniature si è lanciata nel mondo dei boardgame sfruttando proprio le potenzialità del crowdfunding. L'editore ha già pubblicato con successo via Kickstarter Super Dungeon Explore, Zombiecide, RivetwarsGuilds of CadwallonKaosball ecc... questo gioco di Paolo Mori si aggiunge alla lista.

sabato 19 luglio 2014

Recensioni Minute Vlog - ConBoca 2014

scritto da TeOoh!

Tredici pazzi scatenati ludici, dopo aver registrato un cortometraggio sulla falsariga delle iene, hanno deciso di venire a rapirmi un sabato mattina presto.
Perchè mai?
Per portarmi in un posticino sperduto tra le montagne a giocare per ben 24 ore (diventate poi 30) di seguito!
L'occasione?
Un addio al Celibato (del sottoscritto) che ha quindi sancito la prima ricorrenza della ConBoca!
Tranquilli, niente donne discinte, nè alcool a fiumi, nè auto sportive. Qua si parla di roba seria. Qua si parla di giochi!

Recensioni Minute - Il Piccolo Principe

scritto da TeOoh!

C'era un tipo che viveva in un abbaino
per avere il cielo sempre vicino
voleva passare sulla vita come un aeroplano


Sebbene a tutti paia umano, nel libro di De Saint-Exupery, il Piccolo Principe direi che sia decisamente un alieno. Magari non proprio alieno come un Dalek, ma almeno quanto può sembrarlo ai nostri occhi un Atreides.
Questa introduzione, per presentarvi il protagonista che dà il nome al gioco "Il Piccolo Principe (costruiscimi un pianeta)" per 2-5 giocatori, della coppia Bauza-Cathala, in Italia grazie ad Asterion.
Tutto vi farà tornare bambini, e forse questo vi farà quindi approcciare al gioco come tali. Ma... c'è più di questo!

venerdì 18 luglio 2014

[nonsolograndi] Micro Monster


scritto da
simarillon (Davide)   

In un sistema solare posto al centro della galassia folli creature si affrontano per essere le uniche a poter saltare su Ares, il pianeta da invadere ed usare come campo di gioco. Sorpresa supersorpresa, nonsonoimpazzito! Oggi a nonsologarndi arriva la coppia Nepitelllo Maggi, sì avete letto bene sono proprio loro quelli de ‘La guerra dell’anello’ e di ‘Marvel Heros’ con un gioco capitatomi fra le mani davvero per caso Micro Monsters (l’ho, infatti, vinto ascoltando la trasmissione radiofonica The big game theory … se non la conoscete ascoltatela in streaming). Il gioco è edito dalla Ares Games e distribuito in Italia da Red Glove, personalmente lo trovo ottimamente illustrato da Fabio Maiorana e Francesco Mattiolo. Il gioco può essere giocato da 2 a 4 giocatori ed è completamente indipendente dalla lingua.
Pronti quindi alla sfida con TurboTartarughe, AlligaMobili, OrsoPodi e BalenaTili.

giovedì 17 luglio 2014

[Anteprima] Zombicide: Season 3

scritto da Agzaroth

Zombicide non ha bisogno di presentazioni. Ne abbiamo già parlato qui (ecco il linke qui (ecco il link).

È esploso come il fenomeno ludico degli ultimi anni, portando una ventata di “novità” nell'ameritrash con un connubio di semplicità, immedesimazione e ammiccamenti vari.

La stagione 3 non si è fatta attendere ed ha, nel momento in cui scrivo, superato il milione e 200K dollari, con una previsione di almeno 2 milioni.

mercoledì 16 luglio 2014

Anteprima: Scoville

scritto da Bernapapà

La TMG esce quest'anno con questo titolo molto simpatico: Scoville, di Ed Marriott, che, prendendo spunto dall'inventore della scala di "piccantezza" dei peperoncini, ha ideato questo gestionale in una fantomatica città (Scoville, appunto) dove si svolge la gara di preparazione delle ricette di Chili più piccanti, utilizzando gli incroci dei peperoncini più esplosivi. Gioco da 2 a 6 giocatori (bonus), completamente indipendente dalla lingua, per una durata di un'ora abbondante, probabilmente dipendente dal numero di giocatori, che raggruppa un po' di meccaniche differenti, in una sintesi abbastanza inedita. Come target, il manuale parla addirittura di un 13+, ma BGG lo annovera invece fra i giochi adatti anche ad un pubblico decisamente più giovane... Vediamo di scoprire insieme cosa nasconde questo oggetto.

martedì 15 luglio 2014

News Ludiche

Scritto da Chrys.

Come già fatto in passato, eccovi una carrellata di alcune delle notizie o micro-anteprime che ho postato in questi mesi sul nostro canale Facebook... sia per quelli che non ci seguono sull'omnimresente social network, sia per chi pur seguendoci se ne è persi nel mare dei post di amici e parenti. ;)

Purtroppo si tratta di una piccola selezione (tra news, micro-anteprime, vignette, immagini e unboxing pubblichiamo almeno 5 post a settimana), quindi se avete facebook e vi fa piacere ricerverle direttamente in bacheca, dateci il vostro "mi piace" e condividete  (che ha anche l'effetto collaterale di farci felici ^__^).

E ora basta con i preamboli e passiamo alle news ludiche. ;)

lunedì 14 luglio 2014

Usciti i vincitori dello Spiel des Jahres

scritto da Fabio (Pinco11)

Grazie ad internet oramai le cose si sanno nel giro di un batter d'occhio, per cui sto scrivendo queste righe proprio a distanza di pochi minuti dalla comunicazione ufficiale, avvenuta intorno alle 11.00 nel corso di una conferenza stampa, dei vincitori dell'ambito premio Spiel des Jahres 2014, ovvero il gioco dell'anno tedesco.
Abbiamo già parlato in un apposito articolo dell'elenco dei nominati e consigliati (qui l'articolo), per cui ora non resta che andare a vedere chi abbia alla fine prevalso nelle due categorie principali (il premio per bambini è già stato assegnato e ne abbiam parlato in un apposito articolo).

Bene, passo ora a dirvi che il premio per il miglior gioco nella categoria 'per tutti' è andato a .... basta cliccare sul 'leggi il resto dell'articolo' per saperlo ... ;)


Anteprima - La Isla

scritto da Fabio (Pinco11)

(vocina interiore) ... Feld ... Feld ... Feld ... prepara il portafoglio ....
(vocina interiore) ... si chiama La Isla ... è ambientato in un'isola tropicale ...
(vocina interiore) ... è della Alea ... la stessa con la quale Feld ha pubblicato l'Anno del Dragone, Macao, Notre Dame, Bora Bora ed i Castelli della Borgogna ...
(vocina interiore) ... allora? ... Feld ... Feld .. Feld ... non lo hai ancora preordinato ???

Queste sono le quattro frasi che da un paio di giorni riecchieggiano insistentemente nel mio animo di gamer compulsivo, ovvero da quando sono andate online le regole del nuovo titolo (La Isla, per 2-4 giocatori, tempo di gioco intorno all'oretta, indipendente dalla lingua) del noto autore tedesco (Stefan Feld), che la Alea, marchio di casa Ravensburger, dovrebbe pubblicare non troppo in là.
Dopo aver letto e riletto il manuale, vi rendo partecipe delle mie impressioni sul gioco ...

domenica 13 luglio 2014

[Strategia e Tattica] Lewis & Clark

Scritto da Agzaroth (articolo originariamente pubblicato sulla Tana dei Goblin e qui arricchito da foto)


Era già un po' di tempo che pensavo di scrivere questa guida strategica. Un po' non avevo occasione, un po' scrivere una roba del genere pare sempre pretenzioso, un po' non sapevo bene come articolarla.
Finalmente mi sono deciso, ma faccio qualche puntualizzazione:
1) il gioco cambia parecchio faccia dalla versione in solitario a quella multigiocatore. In particolare al salire dei partecipanti (da 2 a 5) aumenta l'incontrollabilità e l'aspetto tattico rispetto allo strategico. Avendo giocato molte più partite in solitario, molte delle considerazioni che faccio si basano su quel tipo di partita, ma sono comunque valide anche per le altre, fermo restando la maggiore imprevedibilità generale;
2) questa non vuole essere una guida esaustiva e anzi sarò ben felice di integrarla nel tempo con considerazioni fatte da altri, per cui ben vengano commenti e critiche;
3) non sto qui a ripetere le regole, dando per assodato che chi legge una guida strategica le conosca già e abbia magari anche fatto qualche prova su strada;
4) faccio spesso riferimento alle carte chiamandole col loro numero. È bene avere quindi sotto gli occhi l'appendice del regolamento o le carte stesse.

sabato 12 luglio 2014

Recensioni Minute - Robinson Crusoe: viaggio verso l'isola maledetta

scritto da TeOoh!

At first I was afraid, I was petrified
Kept thinkin' I could never live
Without you by my side


Parliamo di isole, visto che si avvicina l'estate, parliamo di bellissimi animali, di spiagge, rifugi nella boscaglia... parliamo del fatto che queste isole siano deserte, che dopo l'estate arriverà un inverno con il suo gelo, parliamo del fatto che gli animali potrebbero attaccarvi, del fatto che la spiaggia non offre alcun riparo naturale dalle intemperie e che il vostro rifugio dovrete costruirvelo a mani nude.
Ecco fatto: ora avete la giusta preparazione psicologica per avvicinarvi a Robinson Crusoe: viaggio verso l'isola maledetta. Collaborativo da 1 a 4 giocatori, di Ignacy Trzewiczek, edito in italiano da Uplay.it.

venerdì 11 luglio 2014

[nonsolograndi] Balance

sritto da
simarillon (Davide)  

Ci son due coccodrilli / ed un orango tango, / due piccoli serpenti / e un'aquila reale, / il gatto, il topo, l'elefante: / non manca più nessuno; / solo non si vedono i … giocatori, …  ma eccoli arrivati sull’Arca di Noè.
Ci sono molti giochi a tema animali e ci sono anche molti giochi in cui i protagonisti sono Noè con i suoi animali e Balance della Sevi, aggiunge il suo tassello a questo variegato mondo. Il gioco può essere giocato da 2 a 4 giocatori, già a partire dai tre anni ed è completamente indipendente dalla lingua.
Pronti quindi ad imbarcare il maggior numero di animali possibili e a salvarli dal diluvio.

giovedì 10 luglio 2014

[Recensione] Eight-Minute Empire: Legends

Scritto da Agzaroth

Abbiamo già parlato qui del predecessore Eight-Minute Empire, filler rapido e denso si meccaniche che ben si presta ad introdurre nuovi adepti al gioco da tavolo.
L'autore, Ryan Laukat, ha lanciato con ampio successo su Kickstarter entrambe i titoli e chissà che la serie non veda nascere un terzo capitolo.

mercoledì 9 luglio 2014

Recensione - Kashgar

scritto da Fabio (Pinco11)


Alla scorsa fiera di Essen un titolo che mi aveva incuriosito era Kashgar: Handler der Seidenstrasse, ovvero I mercanti della via della seta, in quanto esso compariva spesso nella top10 dei vari stand che raccoglievano le impressioni dei visitatori ed è edito dalla Kosmos, marchio che in genere garantisce una certa solidità.
Mi chiederete perché non l'ho provato sino ad oggi e vi rispondo che il motivo è costituito dalla barriera linguistica, in quanto il titolo, che è nella sostanza un gioco di carte (per 2-4 persone, ideato dall'esordiente Gerhardt Hecht, con tempo medio a partita di circa tre quarti d'ora) contiene parecchio testo e ne è disponibile solo la versione nella lingua di Goethe.
Poi, mosso come sempre dal desiderio dell'esotico, nonché favorito dal fatto che ci avviamo verso la fine della stagione, per cui i titoli più 'caldi' sono stati già provati, mi sono lanciato nella traduzione in italiano delle carte, partendo allo scopo da una traduzione in inglese che un appassionato ha messo online (la trovate qui). 
Fatta una serie di taglia ed incolla (fisici) sono stato finalmente in grado di provare l'ebrezza di entrare nei panni di un carovaniere sulla via della seta ... ;)

martedì 8 luglio 2014

Premio Golden Geek 2013


Scritto da Chrys.

Pochi mesi fa il sito BoardGameGeek ha pubblicato i vincitori di quest'anno del loro premio interno, il Golden Geek, per l'anno 2013 (anche in realtà il premio copre il periodo fino a dopo Norimberga, quindi include anche i primi mesi 2014).

La valutazione non parte da una "giuria di saggi" ma, come per le nostre coccarde, deriva dalle votazioni degli utenti, anche se senza dubbio BGG può vantare una base votante molto più ampia e internazionale della nostra (ma dateci tempo... ^__^). 

So che siamo un po' in ritardo col comunicarvi questa lista, ma mi sono accorto solo ora che ancora non ne avevamo parlato sul blog.  ;)

Per ogni gioco nell'elenco trovate il link diretto ai nostri articoli, così se non lo conoscete potete approfondire più comodamente. Nei (rari) casi in cui non avessimo scritto nulla a riguardo, trovate il link alla scheda di BGG. ^__^

Kinderspiel des Jahres 2014 - Geister, Geister, Schutzsuchmeister!



Kinderspiel des Jahres 2014 - Geister, Geister, Schutzsuchmeister! di Nero79

Ridendo e scherzando è stato assegnato il Kinderspiel des Jahres 2014, vale a dire il premio tedesco per il miglior gioco per bambini dell'anno.
Siccome siamo un blog serio, non possiamo non avere almeno un articolo sul vincitore, che guarda caso è l'unico che sono riuscito a provare...


lunedì 7 luglio 2014

[Ieri sera ho giocato a:] Concordia, Polterfass, Rokoko, X Wing

scritto da Fabio (Pinco11) e Agzaroth


A volte mi riesce, nel corso della settimana, la "doppietta", ossia di partecipare a due serate con diversi gruppi di amici ed oggi sono a parlarvi proprio di una di queste occasioni, con un totale di ben cinque partite all'attivo, tra i quattro titoli provati.
Come d'uso nel formato di questa serie di articoli andrò via con impressioni generali sui giochi provati, senza rispettare l'altrimenti solita scaletta descrittiva.
Parto da Concordia, perchè ne è autore Mac Gerdts, uno dei miei preferiti e perché è uno dei titoli in concorso per lo Spiel des Jahres categoria esperti ed a lui dedico qualche parola di più. Premetto che in questo articolo sono nella mia versione un pelo più 'yogurt', ossia meno dolcificato del solito ... ;) per cui reader discretion is advised ;) 

domenica 6 luglio 2014

[Prova su Strada] Blocks in the West

scritto da Agzaroth

La storia della Seconda Guerra Mondiale è sempre stata una delle mie passioni. In particolare la storia militare. Sul serio, mi sono sempre appassionato e documentato sull'argomento. Ragion per cui sono stato ben contento quando mi hanno passato il wargame operazionale Blocks in the West (BITW d'ora in poi).
Edito da VentoNuovo Games, etichetta italiana di Emanuele Santandrea che è anche l'autore del gioco, BITW è il “complementare” del precedente Blocks in the East che affrontava gli scenari bellici sul fronte russo. Nei progetti futuri c'è anche Blocks in Africa, che completerà il quadro europeo e poi chissà, magari un Blocks in Pacific.

sabato 5 luglio 2014

Recensioni Minute Vlog - Giugno Ludico 2014

scritto da TeOoh!

Con Giugno, si aprono, almeno per me, i portoni del gioco: finisce il campionato di basket e, contestualmente, si liberano ben 3 serate a settimana in cui poter mettere le gambe sotto al tavolo, anzichè sopra ad un parquet. Chiaro che il detto mens sana in corpore sano inizia un po' a vacillare, visto che terrò meno a bada il mio peso corporeo, ma tanto so che a settembre potrò ricominciare con fatica immane e riguadagnare il fisico che tanti attori Hollywoodiani mi invidiano.
*tutti ridono*
Detto questo: volevo rendervi noto che in questo filmato ho superato la soglia dei 100 titoli differenti giocati all'interno del 2014! Squillino le trombe! Il traguardo dei 150 non fa più così paura adesso!
*tutti applaudono*

venerdì 4 luglio 2014

[Recensione] Battlestar Galactica: Daybreak

scritto da Agzaroth

Siamo finalmente giunti a questo capitolo finale (?) della saga ludica di Battlestar Galactica. Una serie televisiva di 4 stagioni, quattro belle scatole della Fantasy Flight Games, tradotte in italiano prima da Editrice Giochi (solo il base), poi da Giochi Uniti (tutte).
Questa terza espansione introduce qualche opzione aggiuntiva ma soprattutto “more of the same” risultando nel complesso la meno invasiva nei confronti della scatola base.

giovedì 3 luglio 2014

Anteprima: Fungi (giochi da ombrellone)

scritto da Bernapapà

Il gioco di cui vi parlo oggi, uscito un paio di anni fa per il mercato statunitense edito dalla Two Lantern Games con il nome di Morels, ma ri-editato quest'anno dalla Pegasus Spiele che lo ha rivisto anche graficamente, non ha un tema propriamente da ombrellone, trattandosi di gioco di raccolta di funghi! Fungi si chiama, ed è un gioco di carte per soli due giocatori. Personalmente non sono un amante dei funghi, né come raccoglitore, né come degustatore, eppure questo gioco ha attirato la mia attenzione. Le meccaniche sono quelle di collezione di oggetti (funghi?), che potranno poi anche essere venduti per acquistare i bastoni per cercare nuovi funghi nel bosco, oppure cucinati per accumulare punti vittoria, che verrà assegnata a chi avrà cucinato i funghi più prelibati. Un titolo semplice, completamente indipendente dalla lingua (i nomi dei fughi sono addirittura in latino), per una mezz'oretta di gioco... giusto il tempo di asciugarsi fra un tuffo e l'altro...

mercoledì 2 luglio 2014

Report - Paris est Ludique 2014

Report - Paris est Ludique 2014 di Nero79

Nel weekend del 14 e 15 giugno sono stato a Parigi per partecipare per la prima volta a Paris est Ludique, un simpatico festival francese del gioco da tavolo giunto alla sua terza edizione.
Si è trattato del mio primo festival all'aperto e fortunatamente il tempo non ha fatto troppi capricci.
Sulla superficie parecchio estesa del bel parco adibito a bocciodromo si estendevano parecchi gazebo sotto i quali facevano bella mostra le novità di quasi tutti gli editori francesi (mi sembrava ci fossero quasi tutti da quelli più grandi e famosi come Iello, Asmodee e Matagot a quelli più piccoli tra cui alcuni che ancora non conoscevo come Grumpy Dwarf e Letheia).




martedì 1 luglio 2014

[Prova su strada] Eldritch Horror

scritto da Chrys

Tempo fa vi feci un'anteprima dettagliata di questo Eldritch Horror... si tratta di un interessante titolo della Fantasy Flight Games, un cooperativo per 1-8 giocatori a tematica Lovecraftiana, che va a piazzarsi nella stessa fascia del famosissimo (e oramai saturo di espansioni) Arkham Horror, ma portando la lotta ai Grandi Antichi su un livello planetario.

Molti potrebbero essere portati a pensare che si tratti solo di una ritematizzazione del classico Arkham Horror ma, seppure vi qualche elemento in comune e la stessa ambientazione, il feel e le meccaniche sono molto diverse e il risultato è un gioco per molti versi più snello. 

Anche la durata come vedremo risulta essere più contenuta... ma vediamo le cose nel dettaglio. ^__^