domenica 24 settembre 2017

[Podcast] Il Dado Incantato KS - I Kickstarter della settimana 39/2017

Come consueto, Federico Latini torna con un mini podcast relativo alle novità in crowdfunding della settimana corrente. Vi ricordiamo che questo podcast ha un feed indipendente che potete trovare su iTunes e molti altri aggregatori per la fruizione di podcast.

Ecco le note dell'episodio per segurie al meglio i nostri contenuti:

Instabuy - Rooster Ruch, Dexterity Game

Indy - Brink - Table-top toss for the whole family

Big Box - The Legend of Korra: Pro-bending Arena  

ProTips: Kickstarter aperto al mercato giapponese. 

Gadget - Wizard Duel - The Ultimate Wizardry Experience 
Ascolta "I Kickstarter della settimana 39/2017" su Spreaker.

[Party Game] Gentleman's Deal

scritto da Bernapapà

La GaGa Games è una casa editrice che, oltre a distribuire nella lingua cirillica i giochi prodotti nel resto del mondo, sempre più spesso prova a fare conoscere la resto del mondo le opere di qualche autore russo.
E' il caos del gioco di cui parliamo oggi. Gentleman's Deal, di Yan Yegorov, uscito nel 2016, e dedicato ad un pubblico abbastanza numeroso (5 - 9), ma in grado di affrontarsi in un'atmosfera di bluff e  capacità di persuasione, per circa una mezz'oretta di gioco.
Scopo del gioco è arricchirsi il più possibile, facendo affari e accordi con i personaggi più o meno loschi, distribuendo mazzette, in modo da non scontentare nessuno, ma lasciandosi il proprio margine di guadagno.
Gioco che strizza l'occhio al mondo del malaffare, che ahimè tanto ben conosciamo qui da noi, ma che evidentemente, in questo campo, tutto il mondo è paese...
Adatto a pubblico caciarone, con la voglia di mettersi in gioco e prendersi gioco degli altri.

sabato 23 settembre 2017

Recensioni Minute - Cuckooo!

scritto da TeOoh!

Mi imbattei in József ormai 3 anni orsono. Abbiamo trovato subito una certa sintonia: a lui piaceva la mia energia nei filmati, nonostante non capisse nulla di italiano e a me piaceva il suo modo di prendere qualcosa di noto, cambiare una piccola regola o aggiungere un twist per tirare fuori qualcosa di accattivante per la mente. Da quel momento, capita di sentirci per aggiornarci sui rispettivi progetti e Cuckooo! è proprio uno di essi.
Gioco per 3-5 giocatori, durata 25 minuti a partita, edito dalla Mind Fitness Games, Autore József Dorsonczky.
Questa volta, ha preso di mira uno dei capisaldi al casinò.

venerdì 22 settembre 2017

Recensioni Minute - Premio gioco dell'anno 2017

scritto da TeOoh!

Partiamo subito con il dire che "Gioco dell'anno" non significa necessariamente "Gioco che a te è piaciuto di più in assoluto o che rappresenta al meglio lo stato dell'arte del gioco da tavolo all'interno dell'anno", ma esso è un premio assegnato secondo dei criteri di candidatura molto precisi, che vi invito a leggere qua.

A valle di tali criteri di candidatura, ci sono dei criteri di giudizio che vanno a scremare la rosa dei candidati. Tramite essi, proverò a giocare al Giurato come per gli anni passati, tentando di indovinare il vincitore dell'edizione 2017.
Ai fini della completezza, vi segnalo chi sono i miei Colleghi (nel caso fossi un giurato davvero, chiaro! ahahah): Presidente Paolo Cupola, Beatrice Parisi (vicepresidente), Fabrizio Paoli (coordinatore), Luca Bonora, Riccardo Busetto, Massimiliano Calimera, Fabio Cambiaghi, Alessio Lana e Caterina Ligabue.

[nonsolograndi] Fantascatti - Cinque minuti a mezzanotte

scritto da
Simarillon (Davide)

Un po’ di tempo fa avevo scritto una recensione su Fantascatti (nelle versioni 1+2), oggi invece vi voglio parlare dell’ultimo fratello, anche se lo possiamo considerare il fratello più grande (ma che bell’ossimoro); nel particolare si parla di Fantascatti cinque minuti a mezzanotte, gioco Zoch distribuito in Italia da Giochi Uniti giocabile a partire dagli otto anni. Il gioco, creato da Jacques Zeimet e illustrato da Gabriela Silveira, regalerà 20-30 divertenti minuti a un gruppo di minimo due giocatori e massimo otto.

Ed ora la tematizzazione del gioco, che lo rende ancora più simpatico: Baldovino è agitato! È finalmente riuscito ad avere un appuntamento con Priscilla, la fantasmina della stanza da bagno. Come vestirsi? Che profumo mettere? Il cappello gli dà un certo stile, la boccetta di profumo è a portata di mano, e si è persino ricordato di prendere la chiave. Dannazione, Civetta e Pipistrello, quei due dispettosi nottambuli, stanno facendo una gran confusione. Nonostante la fretta bisogna mantenere la calma! Forse la torcia aiuterà a vedere meglio, una rapida occhiata all’orologio: “cinque minuti a mezzanotte”. Questo il pretesto di gioco, se volete scoprire come si fa ad aiutare Baldovino continuate a leggere.

giovedì 21 settembre 2017

[La vedetta di KS] XXXV puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

Apriamo questa puntata con la novità che Kickstarter ha aperto le frontiere per i progetti dal Giappone!!! Giappofinofili (o come cavolo si scrive) esultate con me!!! Prepariamoci nei prossimi mesi a quello che spero essere una ventata di giochi dal Sol Levante (ah, quindi Sollevantfinofili?), popolo che sicuramente non manca di originalità, e magari alla possibilità di portare qui da noi in tempi più brevi qualcuno dei loro successi (Oink Games ti tengo d'occhio e ti aspetto!), ma per oggi vi lascio a:
  • The Island of El Dorado
  • Horizons
  • Emergence: Dark Ops
  • Stephenson's Rocket
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge

mercoledì 20 settembre 2017

[Recensione] Ali Babà

scritto da Fabio (Pinco11)

A volte trovi dei giochi che ti stupiscono. Un po' come qualche film che andavi una volta a vedere al cinema d'estate (quando più della metà dei cinema erano chiusi e davano solo cose che erano 'avanzate' dell'annata passata) entrando senza saperne nulla e quindi con aspettative zero e uscendo contento.
Con Ali Babà, di Martino Chiacchiera e Remo Conzadori, edito dalla White Goblin Games (per 2-4 giocatori, età 8+, indipendente dalla lingua) è accaduto proprio così, anche perché praticamente il gioco mi è arrivato prima che ne fosse pubblicizzata l'uscita.
Di che si tratta?
Filler per famiglie, a base di collezione set, facile e veloce, nonché, soprattutto, divertente :)

[Crowdfunding] War Titans: Invaders Must Die!... Kickstarter 2.0

scritto da Simone M.

"Per combattere i mostri abbiamo creato dei mostri a nostra volta."
Pacific Rim (2013)


Ci siamo, War Titans è tornato su piattaforma KS dopo un lungo periodo di incubazione in cui i ragazzi dell'italianissima Crawling Chaos Games si sono messi di buzzo buono per ridefinire l’intero progetto.
Il 12 settembre 2017 è partita la nuova campagna che potete seguire e sostenere grazie a questo link.
Non parliamo di profondi cambiamenti nelle meccaniche o nelle dinamiche di gioco che sono rimasti praticamente gli stessi, se non forse con qualche limatura fatta al regolamento originale, bensì di una migliore presentazione al pubblico della campagna, una migliore definizione dei vari stretch goal, ma soprattutto una meticolosa ricerca dei materiali e dell’estetica generale del gioco.
Una delle novità è l’ingresso nel progetto di Fabio Bottoni, della Minig4m3s Studio, che ha messo la sua esperienza nel campo dell’editoria ludica al servizio di un gruppo di autori esordienti, ma molto ben assortito e soprattutto agguerrito. Nel precedente articolo avevamo infatti conosciuto e intervistato uno dei ragazzi della CCG, ovvero Emilio Fabbri.
Ci siamo occupati del titolo in più occasioni che sono culminate con la prova su strada del prototipo alla scorsa Play di Modena (qui).
Facciamo un riepilogo veloce del progetto.

martedì 19 settembre 2017

[Recensione] 13 Minutes: The Cuban Missile Crisis, 1962

scritto da Chrys

Ultimamente (da un annetto) sono preso davvero bene per i microgiochi, tant'è che ho iniziato ad acquistare o provare tutti i microgiochi su cui mettevo le mani e quasi la metà dei miei ultimi prototipi rientrano in questa categoria... dovreste anche trovarne uno sugli scaffale a breve. ;)

Il gioco di oggi si chiama "13 Minutes: The Cuban Missile Crisis, 1962" (2 giocatori, ~13 minuti) ed è stato ideato da Daniel Skjold Pedersen e Asger Harding Granerud. Come potrete immaginare rientra a pieno titolo nella categoria dei microgiochi; aggiungiamo anche che per molti versi, inclusi alcuni elementi della meccanica, riprende Twilight Struggle... ho attirato la vostra attenzione?
Se la risposta è sì, preparatevi a lanciarvi nel pieno della crisi di Cuba. :D

Giocando come Kennedy o Krusciov, il tuo obiettivo è di uscire dalla crisi cubana del '62 come la superpotenza più forte e con maggior controllo dell'avversario sui vari scenari militari e politici... ma dovrete fare attenzione anche a non scatenare un conflitto nucleare, pena la sconfitta!

lunedì 18 settembre 2017

[Essen 2017] La quinta puntata

scritto da Fabio (Pinco11)

Proseguono i nostri viaggi virtuali in giro per il mondo editoriale, con l'avvicinarsi della data della fiera.
Come al solito cerco di alternare le mie scelte tra diversi generi, così da fornire opzioni valide un poco per tutti i palati.
Stavolta parliamo di piazzamento tessere, di giochi di abilità manuale, di revival di vecchie glorie e non solo ... :)
Non vi resta che cliccare sul leggi di più per sapere di che vi parlerò ... :)

domenica 17 settembre 2017

[Recensione] Rhein River Trade

scritto da Bernapapà

Eccomi oggi a parlarvi di un italianissimo gioco, sia nell'editore che negli autori, l'oramai affermata coppia Niccolini-Canetta.
Il gioco di cui parliamo è Rhein River Trade, uscito lo scorso anno per la Giochi Uniti, che prevede di proiettarci nello smistamento di merci lungo il Reno, utilizzando i mezzi di trasporto più opportuni: furgone, nave, treno o aereo. 
Un gioco non proprio per principianti (12+), che occuperà da 2 a 5 giocatori, per un tempo che varia molto dal numero di giocatori (da un'oretta a due ore piene). Il gioco si basa essenzialmente su meccaniche di delivery, dove saremo chiamati, come ditte di trasporto merci, a utilizzare i mezzi più opportuni per consegnare le merci sulle città lungo il Reno, ponderando bene il bilancio fra costi e guadagni nell'evadere gli ordini acquisiti nel tempo richiesto.
Gioco un pochino pastoso, non complesso, ma un po' lento, considerando le varie fasi che è necessario svolgere in ogni turno, ma che può regalare ottime sensazioni agli amanti del genere.

[Astratti] Element

scritto da Valerio

Oggi parlerò di un gioco recente uscito nel 2017 (perché di bei giochi astratti ne escono tutti gli anni) che mi ha catturato per il suo fascino nonché per il suo utilizzo coerente e intelligente degli elementi fuoco, acqua, terra e vento nonostante il tema ormai abusato. Parliamo di Element di Mike Richie edito dalla Rather Dashing Games che attualmente ha un voto intorno all’8 su BGG.

L’obiettivo del gioco è quello di impedire il movimento al Saggio avversario, piazzando strategicamente le Pietre Elementali e sfruttando le proprietà uniche di ogni elemento per circondarlo.

[podcast] Ma come giochi?!?

Quel vecchio scaffale pieno di giochi da tavolo degli anni '80 ti sembra ormai strano? Eh, forse un motivo c'è e Il Dado incantato è qui per aiutarti a rinnovare la tua collezione!

Quasi come Miccio e Carlà di Real Time, questa settimana Paolo e Federico prendono un vecchio armadio pieno di titoli datati e vi consigliano come rinnovarlo con giochi più moderni e godibili. Siete pronti a questa rivoluzione?

Abbiamo parlato in particolare di: Taboo, Pictionary, Trivial Pursuit, Jenga, Scrabble, Monopoli, Risiko, Cluedo e Domino.
Venite a scoprire con cosa li abbiamo sostituiti nella nuova puntata de Il Dado Incantato podcast.

sabato 16 settembre 2017

Recensioni Minute - GiocAosta e Agosto 2017

scritto da TeOoh!

Agosto è finalmente finito; con un "finalmente" aggiunto recensivamente parlando. Per poter infatti andare in ferie tranquillo e sereno, mi trovo sempre a dover condensare tutti i video che dovrò sbloccare nei sabati seguenti nella prima 15ina di giorni. Quest'anno erano ben 3+1 (quello della settimana in corso) i video imputati e, vi assicuro, che non è affatto una passeggiata girarli e montarli tutti in così poco tempo.
Poi arriva un altro tipo di ansia: "Ma si sbloccheranno? Non è che ho programmato male le date? E se avessi caricato il file sbagliato?". Di solito sono via, quindi, a meno di scroccare wi-fi da qualche parte, lascio in un angolino la voce nella testa e bom. 
Quest'anno invece hanno attivato il roaming estero gratis. Ciao. Ho pure girato, montato e caricato un filmato bonus (Busta giochi vacanze) coi giga rimasti!

venerdì 15 settembre 2017

[nonsolograndi] Hiboufou

scritto da
Simarillon (Davide)

Ancora Djeco, ancora un gioco di carte, questa volta però la scatola raddoppia le sue dimensioni e si fa notare… un po’ di più. Ideatore Jean-Jacques Derghezarian, illustratore Christian Montenegro. Si può giocare da 2 a 5 persone in partite di una quindicina di minuti circa. Può entrare a far parte della vostra ludoteca? Se vi piacciono i giochi di carte e volete un qualcosa di davvero colorato… continuate a leggere.

giovedì 14 settembre 2017

[La vedetta di KS] XXXIV puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

Qualche puntata fa vi avevo parlato delle mie peripezie con la tastiera. Avevo temporaneamente risolto con una tastiera wireless (con layout inglese e, credetemi, non è facile) per poi scoprire dopo un paio di settimane che anche quella mi avrebbe abbandonato... due tastiere in meno di un mese con lettere diverse che smettono di funzionare. Finalmente dopo qualche ricerca su Amazon UK sono riuscito a trovare una tastiera con layout italiano, che non costasse troppo e che compiacesse il vecchio io da gamer. Quindi oggi sono qui a scrivervi con la mia tastiera nuova di zecca! Ma... le tastiere son come le scarpe, quando le vai a comprare son belle, le provi 30 secondi e dici OK (nel mio caso non ho avuto modo), ma quando incominci a camminarci per una giornata ogni tanto inciampi ed è la stessa sensazione che sto provando ora XD. Clancicosa, sarà che ci devo fare l'abitudine io o che prima mi ero trattato di lusso con una lussuriosa Logitech G11 per alimentare il mio ego pretenzioso di giocatore semi-pro (sì, avevo e ho tutt'ora un Nostromo, per chi sapesse cosa sia) nelle mie due ere ludiche, una passata su Lineage 2 e una su LOL (qui ogni tanto un salto ce lo faccio ancora). Ma che c'entra tutto questo? Un bel niente!!! Ahahah giusto per fare due chiacchiere e visto che la situazione su KS sta ricominciando a farsi trafficosa, oggi ho avuto non poche difficoltà a scegliere quali giochi designare per la versione lunga e per quella corta, quindi visto che avrete già molto da leggere la smetto qui:
  • The King's Guild
  • SteamRollers
  • Mint Delivery
  • Now Boarding
  • Cooking Rumble
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge

mercoledì 13 settembre 2017

[Report] Ludica 2017

scritto da F/\B!O P.

OK, col sole sarebbe stata un'altra cosa, OK.
Ma in questo caso pensare al condizionale non ha proprio senso, perché l'indicativo presente (ormai passato prossimo) è stato davvero formidabile! Domenica scorsa infatti si è tenuta sulle colline di Vittorio Veneto (TV) la seconda edizione di Ludica - Festival del Gioco. In una proposta globalmente di alto livello, secondo me il servizio più interessante – il suo twist potremmo dire, novità assoluta del 2017 e mai sentito in altre manifestazioni simili – è stato quello dell'Area Prenotazioni, tramite cui, già da casa, si potevano prenotare giochi ed orari: partite certe, zero code, zero attese, fornitura avversari se necessario, il padrone della scatola come dimostratore. Uno di loro ha creato un sistema che pesca dalle collezioni degli associati (presenti su BGG) tutti i giochi commentati con un apposito hashtag, al fine di formare una sorta di ludoteca virtuale complessiva: i Giocatori in Scatola non sono per niente gelosi di questo, bensì condividono volentieri tutto ciò che può favorire la diffusione del gioco da tavolo, quindi vi consiglio di leggere almeno questa parte per capire se può essere esportata anche altrove ^_^

martedì 12 settembre 2017

[Anteprima] Flick 'em Up! - Dead of Winter

scritto da Chrys

Mi piace "Flick 'em Up!", non è un segreto... ho recensito e giocato il base ed ogni singola espansione (i miei vecchi articoli li trovate cliccando qui), oltre ad amare in generale la meccanica delle schicchere che negli ultimi anni è tornata di moda.

Non mi aspettavo una nuova espansione per questa Essen, principalmente perché oramai avevano spremuto tutto lo spremibile dal mondo western con le due espansioni uscite, e quindi sono rimasto piuttosto sorpreso dal vedere questo titolo e il mio primo pensiero è stato che si trattasse di uno scherzo o di una copertina giocosa creata da un fan. Non è così.

Ovviamente questo Flick 'em Up! - Dead of Winter (1-10 giocatori, 30-45 minuti) non è un'espansione per il classico Flick 'em Up!, ma allo stesso tempo (per fortuna) non è nemmeno un banale clone del gioco base con su un vestito diverso... anzi, le differenze sono davvero tante: basta dire che può essere giocato come un full coop, perché gli zombie sono mossi automaticamente!

lunedì 11 settembre 2017

[Essen 2017] Siamo alla quarta puntata ... :)

scritto da Fabio (Pinco11)

A questo giro mi soffermo principalmente sulle sfiziosità, ossia su titoli meno noti e in larga parte più leggeri, che per un motivo o per l'altro hanno attirato la mia attenzione mentre sfruculiavo tra l'elenco dei titoli in arrivo.
Siccome mi sembrava brutto, però, proporvi solo degli underdog, ho anche inserito qualcosa di più cicciosetto e atteso, così leggerete anche questo, di articolo :)
Si parla, quindi, di diverse cose, eterogenee, con molti spunti che ritengo sfiziosi assai ...

domenica 10 settembre 2017

[Prime impressioni] Maharaja (L'eredità del)

scritto da Bernapapà

Terminiamo l'estate con un ultimo e recentissimo gioco da ombrellone: L'eredità del Maharaja (Das Vermächtnis des Maharaja), fresco di uscita per la Abacus Spiele, ideato dal prolificissimo Michael Schacht (Zooloretto, per dirne uno): trattasi di gioco di carte dedicato a un pubblico famigliare (10+), che terrà al tavolo (o sull'asciugamano) da 2 a 4 giocatori per una mezz'oretta.
Il pretesto ambientativo pesca nell'immaginario collettivo del mondo dei Maharaja, dove, come figli del sultano, saremo chiamati a guadagnarne i favori, sperando di prenderne il potere alla sua prossima dipartita, accumulando tesori antichi e intere collezioni di gioielli nel bazar indiano.
Trattasi di gioco di collezione oggetti, dove l'accumulo del denaro, per poter acquistare, provoca direttamente il calo del prezzo delle merci.
Questa l'unica idea "innovativa" di questo semplice gioco, leggero il giusto, come da chiari intenti dell'autore.
Se volete saperne qualcosa di più, seguitemi.

sabato 9 settembre 2017

Recensioni Minute - Escapoly

scritto da TeOoh!

La prima cosa a cui ho pensato quando mi sono imbattuto in questo titolo è stata "Oh, no, una nuova variante di Monopoly". Mi ero fatto un film mentale che fosse una variazione con un tema alla Prison Break per intenderci. Stavo quindi per passare oltre.
Per fortuna c'è un sottotitolo sulla scatola che recita "Escape room the game".
Ecco quindi che le mie antenne si sono drizzate e mi sono quindi appropriato di Escapoly, per 2-8 giocatori, durata 60 minuti ad avventura (ce ne sono 3), di Alessandro Vigini, reperibile direttamente sul sito www.escapoly.com.
Stavolta, se volete godere appieno dell'esperienza, davvero bisogna essere almeno in 2.

venerdì 8 settembre 2017

[Recensione] Rush & Bash - Monster Chase

scritto da
Simarillon (Davide)

Non ho mai nascosto la mia passione per Rush & Bash, gioco Red Glove che ho consigliato più volte, sia agli amici sia qui sul blog, e che ho anche spesso regalato. Dopo l’espansione Winter is Now è il turno di Monster Chase. Confermati, ovviamente, sia l’autore del gioco Erik Burigo sia l’illustratore Guido Favaro.

Ecco come si presenta il gioco: Gli intrepidi piloti di corse pazze si sono dati appuntamento sulla griglia di partenza per la tradizionale grigliata bruttomusica offerta dallo sponsor “Rivendita di Frutta Esotica da Banana & Sons” e ovviamente anche per la gara “all’ultimo sangue” dei loro bolidi. Manca ancora qualcuno all’appello, ma ecco Gnomy Spark teletrasportarsi davanti a loro con un pacchetto che ha tutta l’aria di essere il dolce... “Grazie all’Idolo di Tzulan gentilmente strappato a Mara Frost sono riuscito insieme a Baron Skully a preparare un giocattolino per tutti voi”, apre il pacchetto e distribuisce a tutti i presenti un alberello dorato con uno odore nauseabondo. “Se appenderete allo specchietto lo Sparkully 2000 le vostre macchine risulteranno connesse fra loro, in modo da poter sbeffeggiare in diretta gli avversari e mandare loro le foto della polvere che vi farò mangiare!” Ma proprio mentre tutti i presenti pensavano in quale occasione riciclare il regalo ai parenti, un rumore simile ad un tuono echeggia in tutta la giungla, il cielo si fa cupo e una strana nebbia sinistra comincia a formarsi... Di gran fretta il Pirata Barbarossa arriva verso di loro dicendo “mi sa che ho aperto il vaso sbagliato”, un enorme camion senza nessun pilota si sta dirigendo verso di loro e dietro di lui altri veicoli impossessati lo seguono. “Se non li fermiamo subito questi mezzi spiritici semineranno il terrore in tutta la giungla e ci occuperanno la pista per sempre!” Forse quei puzzolenti alberelli sono stati provvidenziali.” E come un lampo ecco tutte le macchine unite sotto un unico vessillo “Ricacciare le oscure minacce su ruote nel loro vaso in eterno!”
Non sono uno che disprezza le espansioni, soprattutto dei giochi che mi piacciono, e in questo caso l’espansione mi ha davvero sorpreso! In bene o in male? Perché? Continuate a leggere.

giovedì 7 settembre 2017

[Eventi] Settembre ludico in Veneto

scritto da F/\B!O P.

Qui in Veneto sarà un settembre molto ludico. In quattro province, per uno o più giorni, saranno disponibili giochi e dimostratori e, in alcuni casi, anche molto, molto altro.
Le manifestazioni si terranno anche in caso di pioggia, sono aperte al pubblico di tutte le età e l'ingresso è gratuito. La sovrapposizione temporale è minima, per cui potenzialmente è possibile partecipare a ciascuna di esse ^_^
E chi abita troppo distante, magari può usare i commenti per segnalare qualche evento in altre regioni!

[La vedetta di KS] XXXIII puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

Puntata leggera quella di oggi in vista del re-inizio delle routine settembrine, ma rinvigorite da alcuno nuovi giochi da provare nella nostra nuova rubrica "Try Before You Pledge" ! Ed ecco a voi i titoli di oggi:
  • Radiant: A War in Three Ages
  • Dare to Dream
  • Go Cards
  • Kitten Casualty
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge

mercoledì 6 settembre 2017

[Prime impressioni] Tiny Epic Western

scritto da F/\B!O P.

Quando il corriere mi ha consegnato Tiny Epic Quest mi sono reso conto che non avevo ancora recensito il capitolo precedente :-O
Se non sapete di cosa sto parlando, da qualche anno a questa parte la Gamelyn Games sta pubblicando dei giochi, tutti dello stesso autore (Scott Almes), che utilizzano meccaniche note in maniera liofilizzata. I primi tre titoli (localizzati da Giochix) sprigionano da scatoline compatte un'esperienza di gioco sorprendentemente profonda e appagante in un tempo anch'esso ridotto.
TEW vede ai pennelli Adam P. McIver e accomoda al tavolo 1-4 giocatori di età 14+ per 30-45 minuti. È un piazzamento lavoratori amalgamato con il poker e cosparso di push-your-luck e duelli.
Mi limito a presentarvi delle prime impressioni, date le poche partite giocate. Non mi ha convinto ed è quello che mi piace meno finora, pur ritagliandosi un posto in libreria. Razionalmente apprezzo come sono state combinate le meccaniche e come gira il gioco, ma poi emozionalmente non mi prende: vediamo se riesco a spiegarvi questa dicotomia.
Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

In Tiny Epic Western tu sei il boss! Raduna la tua banda, gira per la città e gioca pure a poker in questa audace gara per comprare gli edifici e dimostrarti il miglior boss del Selvaggio West!

martedì 5 settembre 2017

Maratona Ludica: "Piazzamento Lavoratori"

scritto da Chrys

Chi ci segue sul canale Facebook saprà (con tanto di anteprima dei titoli) che lo scorso martedì ho fatto una Maratona Ludica a tema piazzamento lavoratori con la mia ragazza.

La cosa è partita da una sua idea: mi ha proposto una giornata totalmente dedicata, perché voleva provare approcci diversi al tema per meglio capire il genere (del quale aveva già giocato Agricola, Mint Works, Orléans e Crocevia del Carbone) e ho pensato di approfittarne per farci un articolo sull'argomento, che sarà quindi anche corredato dalle sue impressioni date a caldo sui vari titoli. 

In coda ad ogni capitolo troverete quindi un paragrafo scritto da Daisy, ribattezzata "Arpia della Mesopotamia" da Dado Critico nel suo articolo di inizio agosto per la nonchalance con cui strappa il cuore agli avversari senza il minimo senso di colpa, appena questi le mostrano il fianco in partita.

Se il format vi piace, potrò ripeterlo per altri generi... lei si è data disponibile a qualunque genere, quindi potrei anche lasciar scegliere a voi l'argomento della prossima maratona con un sondaggio qui o su Facebook. ;)

lunedì 4 settembre 2017

[Essen 2017 e dintorni] Parte III

scritto da Fabio (Pinco11)

Eccoci, come d'uso, ai nostri approfondimenti su alcuni titoli dei quali, finalmente, cominciano a comparire gli agognati manuali.
A questo giro andiamo a girare sulle rive del fiume Gange, poi ci spostiamo in Giappone, per una riflessione sul ruolo dei samurai e delle geishe, saltando anche nello spazio per una bella esplorazione, senza fermarci troppo, ma dando anche qualche idea sulle meccaniche dei titoli in questione.
A voi gli approfondimenti, se la lettura farà scattare il classico clic da inserimento in wishlist :)

domenica 3 settembre 2017

[podcast] Gusti del gioco

Ascolta "Boardgame gourmet - Il Dado Incantato #33" su Spreaker.

Buon ascolto
Federico

[Riflessioni] 10 x 10 = 10 (ma anche 9)

scritto da TeOoh!

Esisteva un tempo remoto, in cui non compravo un gioco nuovo se non avevo fatto almeno 10 partite ai giochi che avevo già in casa. C'erano delle eccezioni, per carità, ma a quel punto mi riuscivo a sentire quasi in colpa. Pian piano anche gli amici hanno iniziato a regalarmi qualche gioco, magari per il compleanno oppure per Natale, quindi, con saggio discernimento, ho portato la mia soglia a 5 partite.
A quel tempo, nemmeno sapevo dell'esistenza di Boardgamegeek; figurarsi se avevo coscienza dell'entità chiamata h-index.

sabato 2 settembre 2017

Recensioni Minute - (Anteprima) Drakkar: the card game

scritto da TeOoh!

Quando si pensa a "Vichinghi" due cose vengono in mente: 1) imprese eroiche incredibili e 2) risse e testosterone.
È su questo secondo filone che ha deciso di puntare la Spaceballoon Games con il suo progetto Drakkar: the card game; per 3-5 giocatori del gruppo The Irregulars; durata di una partita, circa 20 minuti. È in previsione il lancio su Kickstarter proprio tra pochissimi giorni.
Vado quindi a presentarvi, in anteprima, un gioco di carte tra i più rissosi mai esistiti!

venerdì 1 settembre 2017

[nonsolograndi] Squelettos

scritto da
Simarillon (Davide)

Ancora Djeco, ancora un gioco di carte, con il suo formato particolare, di cui ho parlato già in questi articoli (Happy FamilyBataflashPiou PiouGorillaPipoloBatameuh), oggi è invece il turno di Squelettos. Ideatore Yann Dupont, illustratore Steve Simpson. Si può giocare da 2 a 5 persone in partite di una durata davvero impronosticabile, da pochissimi minuti a un massimo di una decina di minuti (anche se è altamente improbabile).

giovedì 31 agosto 2017

[La vedetta di KS] XXXII

scritto da Sayuiv (Yuri)

L'estate sta finendo e per addolcire il vostro rientro dalle ferie noi della redazione abbiamo deciso di tenervi occupati con il nostro amato hobby! Da oggi una nuova rubrica, "Try Before You Pledge", prende vita, dove segnaleremo le campagne che ormai sempre più spesso mettono a disposizione di noi Kickstarteriani (Signor Scott, teletrasporto!) i print-and-play oppure la controparte digitale su Tabletopia o simili. Augurandovi il migliore dei rientri vi lascio alla puntata di oggi:
  • Viking Gone Wild - Masters of Elements
  • The World Council
  • Off The Rails
  • Awful Fantasy Adventures
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge

mercoledì 30 agosto 2017

[Eventi] Giochi Uniti Regional Event - 2/3 settembre 2017

scritto da Simone M.

Al grido di “Save the Date!” ci si risveglia dal torpore estivo con un nuovo evento monomarca targato Giochi Uniti, che replica dopo il Regional di luglio al MACRO di Roma (qui il link dell’evento).
Orfana del Gioco Organizzato Fantasy Flight Games (passato, per ovvie ragioni di proprietà, ad Asmodee), la casa editrice partenopea propone un evento dal calendario snello (con tanto spazio per le aree gioco libero) che attinge a piene mani dal proprio catalogo, rinnovato da qualche innesto Kosmos, con cui GU ha un rapporto ormai consolidato da anni. Luogo dell’evento, anche questo piuttosto consolidato, è la storica Polisportiva Sacca, in via Alfonso Paltrinieri a Modena.
Alla lista dei “tornei ufficiali” legati a titoli storici come Carcassonne, Saboteur, Puerto Rico, Stone Age, Catan e Dominion si aggiunge (come a Roma) anche I Viaggi di Marco Polo.
Diverse le novità con cui sarà possibile giocare ai numerosi tavoli disponibili, ma 3 spiccano fra tutte, ovvero: Kingsburg 2nd Edition, il survival horror Deadland e l’escape room da tavolo Exit.

[Prime impressioni] LYNGK

scritto da F/\B!O P.

Come la maratona di due anni fa, chiudo le mie recensioni di agosto con una scatola marchiata GIPF Project: chi l'avrebbe mai detto?
È come se a un certo punto scoprissero l'ottava meraviglia. Uno non se lo aspetta. Erano sette da sempre e per sempre. Nemmeno ne veniva cercata una di nuova. Poi l'annuncio, la voce che passa di bocca in bocca, la sorpresa, i dubbi, la speranza: sarà dello stesso livello delle altre per meritarsi di entrare nel novero?
Così nel ventennale della nascita del progetto GIPF (il gioco eponimo è infatti del 1997) la HUCH! & friends pubblica ad aprile 2017 un nuovo capitolo della serie (distribuita in Italia da Red Glove), sintesi e summa dei predecessori (ma non lo era già TZAAR?).
Kris Burm, il più grande autore di astratti vivente, spreme dalle sue meningi un altro titolo per 2 giocatori: 13+ l'età indicata e 30-60 i minuti richiesti.
Per me è uno di quei classici giochi in cui par sempre di essere alle prime impressioni ^_^   
Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

martedì 29 agosto 2017

[Recensione] Crocevia del Carbone: Il Grande Gioco di Carte

scritto da Chrys

Sul finire di questa calda estate perché non simulare tutti assieme l'estrazione e la distribuzione del carbone con un elegante gioco di carte? Ed eccoci qui! 

Apro con doverosa premessa che non ho mai giocato a Coal Baron (il gioco di cui questo rappresenta la variante di carte), quindi qui troverete le mie impressioni solo su questo titolo senza troppi parallelismi con il suo più famoso genitore, ma se ci tenete a un confronto vi suggerisco la visione del video di TeOoh! che affronta la questione.

Tornando a noi, si sta ovviamente parlando di "Crocevia del Carbone: Il Grande Gioco di Carte" (2-4 giocatori, 50-80 minuti) portato in Italia da Cranio Creations e ideato da Wolfgang Kramer e Michael Kiesling... il primo non ha bisogno di presentazione, ma anche la coppia ha sfornato negli anni numerosi titoli importanti, tra cui Tikal, Palaces of Carrara e naturalmente il Coal Baron originale.

Mentre nel primo titolo ci dedicavamo all'estrazione del combustibile fossile tanto amato dalla Befana, in questo gioco ci dedicheremo al successivo trasporto del carbone e alla sua consegna.

Come immaginabile dal titolo si tratta di un gioco quasi unicamente di carte, sebbene le meccaniche che propone siano quelle di un piazzamento lavoratori, anche abbastanza originale.

lunedì 28 agosto 2017

[Essen 2017 e dintorni] Maxilista di titoli attesi, perché mi son stufato di aspettare ...

scritto da Fabio (Pinco11)

A questo giro le cose vanno a rilento. Sarà per via della data tardiva della fiera, ma le notizie arrivano con il contagocce e anche editori che di solito mettevano in giro manuali e materiali stanno andando avanti con poche info alla volta.
Giorni fa il buon Sergio mi chiedeva addirittura se quest'anno ci sarebbe stato o no un vero elenco di cose da tenere d'occhio e con questo quesito catastrofista mi ha risvegliato, per cui eccomi qui, a caccia dei titoli che dovrebbero fungere da star della prossima fiera.
Di solito questo elenco lo compilo poco prima dell'evento, facendo un sunto degli Essen e dintorni scritti sino ad allora, ma siccome andiamo lenti, voglio dare una scossa :)

domenica 27 agosto 2017

[Giochi da ombrellone] Take that

scritto da Bernapapà

Quelli della mia generazione non possono non associare l'espressione "Take that" al mitico gruppo pop di Manchester guidato da Robbie Williams... eppure un duo teutonico, Adreas Spies e Reinhard Staupe, forse proprio per sfruttare la popolarità del nome, hanno inventato queto semplice gioco di carte uscito per la Nürnberger-Spielkarten-Verlag lo scorso anno.
Siamo nell'ambito dei cosiddetti giochi da ombrellone, da 2 a 4 giocatori per una ventina di minuti, e dato l'attuale imperversare del caldo africano che non ci lascia tregua, direi che siamo ancora in pienissima stagione da ombrellone, anche per chi oramai le ferie le ha già dimenticate!
Ma torniamo al gioco, che ha regole molto semplici: le carte sono esclusivamente numeriche e l'obiettivo è riuscire a magiare il maggior numero di carte, cercando di evitare di incartarsi.
La meccanica di presa è sufficientemente differente dai giochi conosciuti.
Vediamo se, pur nella sua semplicità, il gioco può stuzzicare la vostra curiosità...

sabato 26 agosto 2017

Recensioni Minute - 4 Print and Play #3

scritto da TeOoh!

A distanza di circa un anno dalla puntata precedente riesco, bacchettato da un follower, a registrare una nuova puntata dedicata ai Print and Play.
Ammetto che stavolta la selezione si è fatta più serrata, perché su BGG fioriscono un sacco di contest a riguardo, ma, allo stesso tempo, posso parlare di titoli molto più recenti e con quindi un design decisamente più raffinato.
Alcuni addirittura potrebbero quasi essere messi in vendita con un'edizione retail sistemando qualcosina sui materiali.

venerdì 25 agosto 2017

[podcast] I kickstarter della settimana 34/2017

Il Dado Incantato è lieto di presentarvi la prima puntata di un nuovo podcast dedicato ai kickstarter ludici più interessanti del momento.
Questa breve versione bisettimanale è condotta da Federico Latini, con la produzione e il missaggio di Paolo Bianchi.
Ascolta "I kickstarter della settimana 34/2017" su Spreaker.

[nonsolograndi] The Mysterious Forest

scritto da Fabio (Pinco11)

Tra i nominati al premio Kinderspiel des Jahres, ovvero la categoria dedicata ai bambini del più noto dei premi riservati ai giochi da tavolo, compare anche un tocco di made in Italy, visto che The Mysterious Forest, edito da IELLO (per 2-4 giocatori, età 6+, tempo a partita 10-25 minuti, indipendente dalla lingua, salvo il manuale), è stato ideato da Carlo Rossi (Hab & Gut, Gisborne, Picassimo, Drachenturm, ...).
Il gioco prende quindi idealmente il testimone da Leo il Leone, di Colovini, a sua volta nominato lo scorso anno nella medesima categoria, sia per la nazionalità degli autori, sia per le meccaniche di fondo, visto che i due titoli sono accomunati dalla natura cooperativa e dal fatto di stimolare la memoria dei piccoli partecipanti.

giovedì 24 agosto 2017

[La vedetta di KS] XXXI puntata

scritto da Sayuiv (Yuri) 

Settimana senza grossi nomi, ma con molti progetti indipendenti interessanti: buona lettura!
  • Echanters
  • Diesel Demolition Derby
  • The Brigade
  • The Shipwreck Arcana
  • I K(S)orti

mercoledì 23 agosto 2017

[Recensione] Mi Tierra: Nueva Era

scritto da F/\B!O P.

Sostenere una campagna KS della categoria giochi solo perché non ne hai nessuno pubblicato da una casa editrice di quel continente: ☑ fatto. No, dai, non è l'unico motivo, altrimenti non avrei aspettato febbraio 2016 per farlo: bastava la più economica per togliersi uno sfizio così sciocco ^_^
Questo titolo, edito dalla cilena Aldebarán Games, ideato da Alberto Abudinen e Diego Benavente, reimplementa (espandendone le meccaniche e le possibilità) il loro Mi Tierra di 6 anni prima, portandolo a 2-6 giocatori, 60-120 minuti di durata, età minima 12 anni. È indipendente dalla lingua e come complessità siamo un gradino sotto ad Agricola.
L'ambientazione esotica, il tempo contenuto (per un piazzamento lavoratori più gestione risorse) e i più livelli di lavorazione delle merci mi convinsero: come me quasi un migliaio di backer (per un totale di 45.975€ su 13.309 di obiettivo).
Non è la nuova pietra di paragone del suo genere, ma c'è comunque da star contenti.
Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

Il sole sorge sopra l'imponente montagna. Nel villaggio il gallo canta, svegliando i contadini assonnati. Ma voi siete già in piedi, pronti per le avventure che il nuovo giorno porta con sé. Lontano dal frastuono della città, avete comprato un terreno fertile, ricco di pascoli, con un piccolo fienile e un meleto. Questo è tutto quello che avete, oltre alla vostra forza, per rendere questa terra selvaggia adatta alla coltivazione e al pascolo.

martedì 22 agosto 2017

[Recensione] Dice Forge

scritto da Chrys

In questi giorni estivi, sfruttando il terrazzo e la brezzolina che viene dal mare, ho avuto finalmente la possibilità di intavolare abbastanza partite di Dice Forge (2-4 giocatori, 45 minuti) per venirvene a parlare. :D

Si tratta di un gioco ideato da Regis Bonnessee ed edito da Libellud/Asmodee (che ringraziamo per la copia di review fornitaci) e mirato a un pubblico abbastanza trasversale, con un livello di complessità un po' superiore a un family.

Il gioco vi mette nei panni di giovani eroi greci in una competizione divina il cui vincitore potrà assurgere a semidio... a ciascun partecipante gli dèi hanno donato una coppia di dadi divini.

lunedì 21 agosto 2017

[Guida] Guida ai filler e non solo

scritto da Fabio (Pinco11)

Il termine filler è utilizzato spesso nell'ambito dei giochi da tavolo per definire una categoria di titoli in realtà piuttosto ampia, alla quale appartengono, in sostanza i giochi, in larga parte di carte, ma non solo, che sono accomunati primariamente da una caratteristica di base, che è quella della possibilità di giocarli in un tempo limitato (diciamo che i 30-40 minuti sono il limite).
Il concetto di filler è infatti quello di essere un titolo che può essere utilizzato, come ci suggerisce la traduzione dall'inglese, come riempitivo, ovvero come gioco fruibile negli spazi e/o ritagli di tempo a inizio (quando si aspetta che arrivino tutti) e/o fine serata (quando magari è abbastanza tardi per non riuscire a iniziare qualcosa di più impegnativo).
Con il passare degli anni ammetto di essere arrivato ad appassionarmi a questa classe di giochi, che ora apprezzo anche a prescindere dalle condizioni di partenza (poco tempo) che inizialmente ne favorivano l'uso sulla nostra tavola, tanto che a volte (non spessissimo, ad onor del vero) capitano anche delle serate filler, nelle quali, desiderosi di qualcosa di più leggero, ci dedichiamo principalmente ad essi :)

domenica 20 agosto 2017

[Anteprima] Tenno

scritto da Bernapapà

Capita, spulciando in rete, di trovare qualche cosa che cattura l'attenzione e a ben vedere non si capisce nemmeno il perché: si può essere attratti dall'immagine della scatola o magari si fa la posta per rintracciare i lavori degli autori più affermati.
Nel mio caso, stavo semplicemente guadando cosa offre amazon.de, che solitamente porta sul mercato giochi che da noi vedremo con un po' di ritardo.
Mi sono quindi imbattuto in questo gioco di carte, Tenno, del duo (prolifico, ma poco conosciuto) Lukas Zach e Michael Palm, edito dalla HUCH! & friends e assolutamente fresco di stampa.
La copertina colorata e l'ambientazione shogun-style mi ha invogliato a leggere le istruzioni, per cui vi propongo in anteprima questo gioco.
Stiamo parlando di un gioco di carte, senza testo nel gioco, per 2-7 giocatori, della durata di una trentina di minuti, dedicato al vasto pubblico (della serie Giochi da ombrellone, direi), che ci vede catapultati nel Giappone medievale, in una guerra senza esclusione di colpi, allo scopo di catturare il maggior numero possibile di avversari per ottenere il favore dell'imperatore e vincere il gioco.

sabato 19 agosto 2017

Recensioni Minute - Lumen Fidei (T.I.M.E Stories, no spoiler)

scritto da TeOoh!

Abbiamo preso il ritmo: viene annunciata la nuova avventura di T.I.M.E Stories sulla pagina Space Cowboys, tempo un paio di mesi e c'è la versione tradotta in inglese, tempo poche ore e l'ordine è completato, tempo di raggiungere il primo weekend utile dalla consegna e il primo gruppo si riunisce.

Stavolta è toccato a Lumen Fidei, ideato da Ulric Maes e sviluppato dal nostro Manuel Rozoy.

Ve lo dico subito: scrivo pochissimo, perché tutto può essere spoiler. Nel filmato qualcosa in più c'è, ma l'ho segnalato e diviso proprio per permettere a tutti di stoppare quando si sta per superare la propria soglia di spoiler. State comunque tranquilli: il "livello massimo" è semplicemente che vi mostro lo stile della grafica delle carte al termine del filmato.

venerdì 18 agosto 2017

[Party Game] Imagine

scritto da
Simarillon (Davide)

Oggi parlo di un party game che ha attirato la mia attenzione sin da subito, ovvero Imagine, ideato da quattro autori giapponesi: Fujita, Nakashima, Ohki, Oikawa ed edito originariamente da Cocktail Games, in Italia distribuito da Oliphante. Si può giocare da 3 a 8 giocatori a partire dai 12 anni, in partite di mezz’ora circa, ma sicuramente finirete per giocarci molto più a lungo (e vi dimenticherete dei punti). È un gioco dove dovrete far lavorare la fantasia e ha quel tocco minimal giapponese che lo rende davvero molto interessante.

giovedì 17 agosto 2017

[La vedetta di KS] XXX puntata

scritto da Sayuiv (Yuri) 

Siamo arrivati a Ferragosto, punto di svolta della stagione estiva, dove molti di voi saranno in vacanza e il pensiero dell'anno scolastico incomincia a riecheggiare in tanti altri. Dato il periodo, puntata leggera: ecco a voi i progetti di oggi:
  • Rolling Empires
  • Dawn of the Archmage
  • Polite Society
  • Gameception
  • KickFail

mercoledì 16 agosto 2017

[Giochi da ombrellone] The Ravens of Thri Sahashri

scritto da F/\B!O P.

Cooperativo da 2 totalmente asimmetrico. Già qui una rarità. Una spruzzata di spiritualità orientale e poesia giapponese. Con un pizzico di legacy che ora va molto. Difficile e impegnativo. Il gioco di per sé è un rompicapo astratto, ma il senso di urgenza e ineluttabilità si sente. Lei è in coma, lui ha dei poteri psichici con cui cerca di ricomporre i ricordi nel suo cuore e risvegliarla. Davvero una ventata di aria fresca: gira in modo completamente diverso da qualsiasi titolo abbiate mai provato o di cui abbiate letto.
Dati tecnici: 2 giocatori, durata 45', età 12+, autore Kuro, edizione orignale giapponese del 2013 della Manifest Destiny, edizione inglese del 2016 della Osprey Games (l'ho scoperto mentre scorrevo il loro catalogo in cerca di Agamemnon).
Le splendide illustrazioni sono opera di Hanbaagu, Rapan e Romannu: se vi piacciono le CLAMP, le carte potrebbero sembrarvi delle tavole di Cardcaptor Sakura.
Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

«Passeri, gavie e in particolare caprimulghi, sono psicopompi.»
«Hai detto psicopompi?»
«Viene dal greco e significa coloro che conducono. In questo caso si tratta di coloro che conducono le anime umane avanti e indietro fra la terra dei vivi e la terra dei morti. Secondo Barringer, gavie e caprimulghi sono gli accompagnatori dei vivi. Si dice che si radunino sul luogo in cui sta per avvenire un trapasso. Non sono uccelli di malaugurio. Il loro compito è di guidare le anime delle persone appena spirate alla loro destinazione nell'aldilà.»

martedì 15 agosto 2017

[Giochi da ombrellone] Vampire Queen

scritto da Bernapapà

Eccoci anche oggi a presentarvi un simpaticissimo Gioco da ombrellone: Vampire Queen, del mitico Wolfgang Kramer (vi dice niente El Grande?), edito dalla Schmidt Spiele, uscito lo scorso anno (in realtà riedizione di un vecchio gioco del lontanissimo '96). 
Trattasi di gioco di carte per pubblico numeroso (3-12) e vasto (8+), senza alcun testo nel gioco, che ci terrà impegnati per una mezz'oretta.
Come spesso accade in questi tipi di giochi, l'ambientazione è un mero pretesto: in teoria saremmo dei vampiri che devono riuscire a rientrare nella propria tomba prima del sorgere del sole, prestando attenzione alla comparsa dei cacciatori di vampiri che vorranno ostacolarci nel nostro obiettivo.
Il twist del gioco si riassume in questo modo: bisogna sbarazzarci delle carte il prima possibile, perché alla fine della mano si avranno punti negativi per le carte che ancora si possiedono.
In questo tipo di giochi la differenza la fa proprio la meccanica di gioco della mano, che, pur non ideando qualcosa di estremamente innovativo (richiama un po' The Great Dalmuti), rimane comunque godibile, leggero e divertente, soprattutto sei si è in tanti giocatori (fino a 12!).

lunedì 14 agosto 2017

[Recensione] Capital Lux

scritto da Fabio (Pinco11)

Una cosa della quale sono sempre alla ricerca e apprezzo particolarmente sono i filler di carte, giochi che propongo nelle nostre serate appena finito un bel giro a un titolo pesante, alla stregua di bicchiere della staffa o sorbetto al limone da gustare dopo un piatto pesante.
Capital Lux, della coppia Ostby-Svensson ed edito da Aporta (recentemente la rumena Ludicus ne ha realizzato una propria edizione, che è quella alla quale si riferiscono le foto a corredo dell'articolo), è uno di questi giochi, che ha attratto tutti per il suo gameplay fresco e stuzzicante (per 2-4 giocatori, età 10+, 20 minuti circa a partita, indipendente dalla lingua, salvo il manuale).
Vediamo di approfondire insieme ... :)

domenica 13 agosto 2017

[Recensione] Camel Up (o Camel Cup?) Il gioco di carte

scritto da Sergio

Fase 1: il gioco originale.
Fase 2: un immenso tot di espansioni.
Fase 3: il gioco non più originale versione carte.
Fase 4: il gioco ora vecchio versione dadi.
Fase 5: il gioco di anni e anni fa ambientato nello spazio, nella giungla amazzonica, nella realtà fantasy del Trono di spade o dove la fantasia porta gli autori.
Fase 6: il gioco vecchio di decenni completamente rinnovato con materiali più moderni, eleganti e un manuale che presenta qualche piccola e insignificante variazione delle regole.
Generalmente questo, lo sappiamo, è il cammino standard di un gioco di successo ed esperienza insegna che, fase più o fase meno, sia così per tutti. Ma dirò di più: se l'originale è già nato come gioco di carte, non preoccupatevi che ciò non impedisce agli autori di passare ugualmente alla fase successiva: pensate al bellissimo Race for the Galaxy (ma pensatelo senza espansioni) seguito da un pompatissimo Roll for the Galaxy che, dopo aver tenuto un annetto, ho venduto perché a fatica riuscivo a star sveglio durante una partita (a volte ci sono giochi, molto quotati, che proprio non ti prendono... capita!).

sabato 12 agosto 2017

Recensioni Minute - Luglio 2017 + Io Gioco + Report picnic ludico

scritto da TeOoh!


Ok, questo è un vlog come tutti gli altri vlog. Però secondo me è meglio degli altri vlog.
Perché ci sono delle robe di cui vado davvero orgoglioso e che mi hanno lasciato addosso, ancora oggi, un bel po' di hype.
In fondo sono due realtà che per me, quando ho iniziato questa scommessa del "parlare di giochi" non erano nemmeno sogni. Semplicemente non pensavo di arrivarci, forse avrei smesso prima.

Le due cose sono già spoilerate nel titolo: la rivista "Io Gioco" e il report del "Picnic ludico".

venerdì 11 agosto 2017

[nonsolograndi] Cappuccetto Rosso e il Lupo Cattivo

scritto da
Simarillon (Davide)

Nonna, che braccia grandi che hai!
Per abbracciarti meglio, piccola mia…
Nonna, che gambe grandi che hai!
Per correre meglio con te, piccola mia…
Nonna, che orecchie grandi che hai!
Per ascoltarti meglio, piccola mia…
Nonna, che occhi grandi che hai!
Per guardarti meglio, piccola mia…
Nonna, che bocca grandi che hai!
Per MANGIARTI meglio!
Di nuovo con Asmodee Italia oggi a nonsolograndi, in particolare il gioco odierno è Cappuccetto Rosso e il Lupo Cattivo. Non è una passeggiata nel parco! … eh sì con oggi battiamo tutti i titoli in lunghezza. Al gioco, che scorre via in partite di circa quindici minuti, si può giocare a partire dai sette anni, da due a cinque giocatori, con la variante anche per giocare in solitario. Le illustrazioni sono di Jeremie Fleury, mentre l’autore del gioco è Annick Lobet. Il gioco si basa sulla celeberrima fiaba Cappuccetto Rosso scritta da Charles Perrault nel XVII secolo ne “I racconti di Mamma Oca” e recuperata poi dai Fratelli Grimm. Fa parte della collana Fiabe e Giochi di cui è il quinto volume, l’hanno preceduto I Tre Piccoli Porcellini, Baba Yaga, La Lepre e La Tartaruga, La Cicala e la Formica.